Elezioni regionali, Vicini: "Farmacia dei dei servizi? Le norme ci sono, vanno applicate"

E' quanto afferma Claudio Vicini, direttore del dipartimento testa - collo dell'Ausl Romagna e candidato capolista per Forlì-Cesena, nella Lista Bonaccini Presidente, per le elezioni regionali del 26 gennaio

La "farmacia dei servizi" "sarebbe un altro passo avanti verso una sanità che non si chiude più dentro gli ambulatori e gli ospedali ma raggiunge il cittadino vicino a casa". E' quanto afferma Claudio Vicini, direttore del dipartimento testa - collo dell'Ausl Romagna e candidato capolista per Forlì-Cesena, nella Lista Bonaccini Presidente, per le elezioni regionali del 26 gennaio. "Tutti noi andiamo in farmacia a comprare le medicine dopo aver fatto la fila per avere la ricetta del nostro medico - esordisce -. Immaginate se, in futuro, magari con il vostro telefono cellulare che riporta i vostri dati del fascicolo sanitario e farmaceutico elettronico, veniste direttamente supportati dal farmacista nella corretta e costante assunzione dei farmaci, magari ricordandovi gli orari con un sms, garantendo una maggiore aderenza alla terapia. Non sarebbe un buon servizio se i farmacisti facessero una maggiore opera di prevenzione e sensibilizzazione, via cellulare, durante le nostre giornate piene di impegni?.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In farmacia si potrebbero anche eseguire test semplici sulla nostra salute, si potrebbero prenotare prestazioni specialistiche o ritirare esami di laboratorio - aggiunge -. E potrebbero essere a disposizione dei cittadini anche operatori socio-sanitari, infermieri e fisioterapisti, per effettuare specifiche prestazioni professionali -a domicilio- richieste dal medico di famiglia o dal pediatra. Sarebbe un altro passo avanti verso una sanità che non si chiude più dentro gli ambulatori e gli ospedali ma raggiunge il cittadino vicino a casa.  Le norme ci sono, vanno solo applicate. Se sarò eletto mi impegnerò anche per dare applicazione a questo progetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per un numero sfiora il colpo da 500mila euro: giovane gioisce con una vincita al 10eLotto

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Coronavirus, possibile stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • "Qui non si entra con la mascherina", due multe per l'agenzia. Il titolare a Canale 5: "Non le pago"

  • Servizio delle Iene scopre un carabiniere forlivese adescatore di una 13enne

  • Ha sfamato intere generazioni di forlivesi e non solo: addio al papà del Panoramico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento