rotate-mobile
Verso le elezioni

Elezioni, solidarietà e impegno per la comunità forlivese: Caterina Rondelli e Riccardo Bevilacqua scendono in campo per Zattini

Entrambi hanno scelto di candidarsi nelle file de La Civica Forlì Cambia, la lista a sostegno del sindaco uscente Gian Luca Zattini

Diversi per esperienza professionale, Caterina Rondelli e Riccardo Bevilacqua hanno in comune il forte impegno per la comunità che da sempre caratterizza il loro agire. Entrambi hanno scelto di candidarsi nelle file de La Civica Forlì Cambia, la lista a sostegno del sindaco uscente Gian Luca Zattini. La prima, milanese di nascita ma forlivese d’adozione, città nella quale vive dal 1969, è psicoterapeuta e ha lavorato per 43 anni all’Ausl Romagna.

“Mi sono occupata di psichiatria, soprattutto di tossicodipendenza - spiega Rondelli - ma anche di età evolutiva e di abuso sui minori e di adolescenti devianti”. In pensione da 10 anni, non ha mai smesso di mettere al servizio della comunità le proprie competenze. “Sono stata presidente del Lions Club Forlì Host negli anni 2020/2021 — spiega -e ho ideato vari spettacoli teatrali incentrati sul sociale”. Tanti i temi trattati sul palco: dai problemi legati alla obesità ad uno spettacolo che tratta il diabete nei giovani, dalla violenza di genere ad uno spettacolo dedicato ai problemi comunicativi tra giovani e anziani in uscita il prossimo giugno. “Con la mia candidatura - spiega - voglio sostenere Zattini perché la ritengo una persona preparata, qualificata, dalla grande sensibilità e managerialità. È una persona capace di gestire il Comune e a mio avviso lo ha dimostrato negli ultimi anni in cui è stato chiamato ad affrontare prima la pandemia poi la crisi energetica e infine l’ alluvione”. A muovere Rondelli è certamente il forte senso di solidarietà nei confronti del prossimo. Oltre al mondo della cultura e ad una forte attenzione per le giovani generazioni, Rondelli tiene a cuore il benessere animale. “La nostra città è ricca di associazioni e volontari che, ogni giorno, si prodigano per aiutare gli animali meno fortunati. Vorrei dare il mio contributo per migliorare la situazione. Penso, ad esempio, all’importanza della qualità della relazione dentro al canile e alla possibilità di avviare, sempre più spesso, campagne di adozione degli animali. In questo senso è di fondamentale importanza sensibilizzare, al tempo stesso, i cittadini ad accogliere un quattro zampe nella propria famiglia con la dovuta consapevolezza rispetto a quelli che saranno i suoi bisogni futuri”. 

Pensionato, anche Bevilacqua ha un passato all’interno del Lions Club Forlì Host di cui è stato presidente dal 2021 al 2022 portando avanti numerosi progetti per la comunità. “Vorrei dare il mio contributo in sanità perché è stato il mio lavoro per oltre 40 anni - spiega Bevilacqua -, ma anche l’ambiente rispetto al quale da oltre 50 anni sono impegnato per la sua salvaguardia dando vita a molti progetti di tutela ambientali. Altra priorità è anche il rilancio del centro storico, quartiere dove abito. In questi ultimi 40 anni, il centro di Forlì si è impoverito di asili, scuole, cinema, negozi, grossisti, attività professionali, medici, farmacie, edicole, banche e con il suo degrado ha perso la sua attrattività. L’amministrazione di centro-destra, per la prima volta, ha iniziato una inversione di tendenza attivandosi su più fronti. Un percorso di rinascita cominciato ma non finito al quale partecipare portando il mio contributo di esperienze, ma anche di idee per una città più attrattiva e moderna anche con importanti interventi strutturali. La rinascita del centro storico dovrebbe essere programmato a lungo termine avendo chiaro l’obiettivo finale, prevedendo strategie coordinate e sinergie tra i diversi attori politici, associativi ed imprenditoriali. Occorre inoltre, tenere conto, da un lato, delle indicazioni e dei suggerimenti cittadini, e dall’altro della necessità di creare nuove opportunità di sviluppo del territorio da parte degli amministratori”. Per centrare questo obiettivo, Bevilacqua ha già numerose idee che in passato ha dimostrato di saper trasformare in realtà. “Nel 2022 - esemplifica - ho creato l’Archivio Video Forlivese (www.archiviovideoforlivese.it), un progetto inedito per la città di Forlì. Lo scopo è quello di diffondere i più importanti eventi organizzati nel territorio come conferenze, incontri, tavole rotonde, che riproducono integralmente l’intero evento e pubblicati su youtube in ordine cronologico. Temi come lo sport, l'arte, l'archeologia, la musica, la filosofia, la storia e molto altro, sono alcuni degli argomenti dei tanti incontri della variegata offerta culturale della città che non andranno quindi persi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, solidarietà e impegno per la comunità forlivese: Caterina Rondelli e Riccardo Bevilacqua scendono in campo per Zattini

ForlìToday è in caricamento