menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Petroni (Fli): "Ecco come rilanciare la piccola-media impresa"

"Ci batteremo in parlamento perchè l'Italia sia competitiva nel mercato Europeo e Globale e che soprattutto perchè i nostri territori Romagnoli siano più attraenti per investitori stranieri", afferma Petroni.

"Per incentivare i giovani o anche meno giovani ad avviare un attività oggi è necessario rimuovere tutti quegli ostacoli burocratici che allungano a dismirura le tempistiche e creano solo costi anche in termini economici. Un paese moderno o che vuole essere tale deve impedire alla burocrazia di diventare ostacolo insormontabile alla creazione di opportunità di lavoro e ricchezza per i territori". E' quanto afferma Elisa Petroni, candidati alla Camera dei deputati d Fli.

Petroni propone "di definire una procedura unica nella quale confluiscano tutte le autorizzazioni necessarie per operare  un'attività di impresa, dall'avvio, all'investimento e alla commercializzazione. La procedura si deve chiudere con un'unica autorizzazione che deve essere rilasciata entro un termine improrogabile di 30 - 60 giorni. Oltre quel termine l'impresa può operare senza autorizzazione ma con il semplice invio all'autorità di una autocertificazione dell'adempimento di tutti gli obblighi di legge. Ovviamente nel caso di autocertificazione non veritiera si applicherebbero sanzioni talmente rafforzate da scoraggiare ogni raggiro".

"Si tratta - chiosa Petroni - di una proposta che, unita alla possiblità per i giovani e meno giovani di accedere facilmente al credito grazie alla creazione di un fondo opportunità Nazionale, permetterebbe un  rilancio duraturo e costante dell'imprenditoria. Accompagnare, dice Petroni, tutto ciò anche ad una crescente detassazione del reddito da lavoro e un'incentivazione all'assunzione di over 50 e under 35 attraverso sgravi fiscali e contributi ad Hoc con recupero di denaro attraverso politiche mirate di lotta all'evasione fiscale e alla corruzione".

"Non si tratta di demagogia, ma di politiche attuabili se con serietà e responsabilità  forze politiche riformatrici si trovassero attorno ad un tavolo. Ci batteremo in parlamento perchè queste semplificazioni permettano all'Italia di essere competitiva nel mercato Europeo e Globale e che soprattutto rendano anche i nostri territori Romagnoli più attraenti per investitori stranieri", conclude Petroni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento