menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I cattolici forlivesi si preparano al voto

Il mondo cattolico forlivese si mobilita in vista delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio prossimi, proponendo incontri formativi e informativi

Il mondo cattolico forlivese si mobilita in vista delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio prossimi, proponendo incontri formativi e informativi, e persino momenti di preghiera. Tutto nasce dall'invocazione espressa dal vescovo di Forlì-Bertinoro monsignor Lino Pizzi, in vista della festa patronale della Madonna del Fuoco: “Perché quanti hanno a cuore le sorti del nostro Popolo e ne avranno la prima responsabilità, si impegnino seriamente per il bene di tutti”.

Il nostro Paese è alla vigilia di una consultazione elettorale, in cui dovranno essere scelte le guide e i responsabili della vita pubblica. “Non è compito della Chiesa indicare le scelte concrete da compiere - conclude il pastore d'anime - ma è doveroso richiamare tutti al senso di responsabilità e ai valori da salvaguardare per il bene comune”. Apripista del percorso informativo di avvicinamento alla consultazione elettorale, è l'iniziativa di confronto e dialogo indetta dall'Azione Cattolica diocesana per martedì 12 febbraio, alle 21, al Centro Culturale San Francesco, in via Marcolini, 4. Relatore della serata sarà Gianfranco Brunelli sul tema: “Abbiamo a cuore il futuro dell'Italia”. Noto ai forlivesi e al grande pubblico come coordinatore dell'organizzazione delle rassegne culturali internazionali nei Musei San Domenico di Forlì sin dal loro apparire, nel 2004, Brunelli è prima di tutto intellettuale cattolico e giornalista, direttore della rivista dei Padri Dehoniani “Il Regno”.

“Come Associazione di donne e uomini al servizio del Paese e della Chiesa - spiega una nota del Consiglio nazionale di Ac - non ci stancheremo di partecipare e vigilare nell'interesse generale dell'Italia. Ai nostri concittadini, pur legittimamente affaticati e indignati dagli sprechi, dall'inconcludenza e spesso persino dal malcostume delle classi dirigenti, chiediamo di saper distinguere per non confondere, senza cedere il passo alla rassegnazione astensionista o alla polemica fine a se stessa”. Anche la zona forlivese della Comunità Papa Giovanni XXIII sceglie di informare la propria base, proponendo per venerdì 15 febbraio, alle 18, sempre al Centro Culturale San Francesco, un incontro con i candidati e con i rappresentanti degli schieramenti in lizza, chiamati ad esprimersi su alcuni temi cari al carisma dell'associazione fondata da don Oreste Benzi. Spiccano la cura delle persone disagiate, difesa della vita, il sostegno alla famiglia e l'immigrazione.

C'è fermento anche sul fronte della preghiera. Si segnala la “Veglia di preghiera e novena per le Elezioni 2013”, indetta in tutt'Italia da alcuni fedeli del Movimento Carismatico di padre Michele Vassallo. Se la novena si tiene dal 16 al 24 febbraio, la veglia è prefissata per la sera del 23, la vigilia del voto. Si tratta di una preghiera personale che trova impulso e coordinamento via internet, grazie al gruppo appositamente creato su “facebook”. Gran parte dei forlivesi iscritti sono legati alla neonata “Fraternità della Divina Misericordia” guidata da padre Contardo Montemaggi, francescano della Comunità dei Minori Osservanti di Montepaolo, che si ritrova il primo giovedì di ogni mese, alle 21, nella chiesa di San Francesco d'Assisi, in corso Garibaldi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento