menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Erasmus impossibilitati al voto. "E' l'emblema della politica italiana"

“La vicenda riguardante gli studenti Erasmus impossibilitati a votare alle prossime elezioni è l'emblema della politica italiana"

“La vicenda riguardante gli studenti Erasmus impossibilitati a votare alle prossime elezioni è l'emblema della politica italiana; ovvero dell'incapacità di affrontare i problemi con un approccio sistematico, invece che operare unicamente in emergenza. Nel mese precedente ad ogni elezioni, infatti, il problema del voto fuorisede emerge puntualmente per poi ripiombare nel dimenticatoio il giorno dopo le consultazioni”. E’ quanto afferma Daniele Piovaccari, candidato alla Camera per la Lista Ingroia ed ex studente Erasmus.

“Questa vicenda dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, quanto la famosa frase “ce lo chiede l'Europa” sia stata spesso usata strumentalmente in questi anni per imporre politiche a svantaggio dei soliti, dando la parvenza di essere costretti ad imporre certe  scelte politiche in nome di “superiori” e non meglio specificate esigenze", evidenzia Piovaccari.

Per l'esponente della Lista Ingroia, "quando l'Europa ha chiesto al Governo Monti di intervenire sulla vicenda, quest'ultimo ha fatto orecchie da mercante; la cosa appare del tutto incomprensibile anche alla luce del fatto che la maggioranza PD-PDL-UDC (che in questo ultimo anno ha sostenuto quel Governo) poche settimane fa ha approvato un decreto “ad hoc” che ha anche concesso di poter votare ad alcune categorie di lavoratori che si trovano momentaneamente all’estero".

"Del resto, anche dal punto di vista organizzativo, ciò non comporterebbe nulla di nuovo ne’ tantomeno costi aggiuntivi, visto che dove votano gli italiani residenti all’estero, potrebbero votare anche gli Erasmus, come già avviene durante le elezioni europee in cui anche coloro che sono momentaneamente fuori dall’Italia, possono votare con una semplice iscrizione ai locali Consolati italiani - conclude Piovaccari -. La Rivoluzione Civile in Italia parte anche dallo stop alle politiche dettate dell'emergenza.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento