Tassinari (Pdl): "Contenta per Rocca. Grillo parla al cuore"

Rosaria Tassinari, rocchigiana, candidata alla Camera per il Pdl definisce il "risultato sorprendente: non mi aspettavo questa deflagrazione del Pdl a livello nazionale"

Rosaria Tassinari, rocchigiana, candidata alla Camera per il Pdl definisce il “risultato sorprendente: non mi aspettavo questa deflagrazione del Pdl a livello nazionale. Mentre invece mi aspettavo la grande crescita del Movimento5 stelle: Grillo grida, ma parla al cuore delle persone con argomenti condivisibili. Sicuramente i metodi non lo sono, ma i suoi messaggi sono arrivati. Sono anche felice che a Rocca San Casciano abbia prevalso il Pdl, non era facile”

Tassinari esprime "apprezzamento per il risultato che la coalizione di centrodestra ha ottenuto nel mio comune di Rocca San Casciano (34,1% col Pdl al 27,7%, contro il 32,1% del centrosinistra), unico in Provincia insieme a Premilcuore a mantenere questo tipo di maggioranza". Tuttavia le resta "una grande, doppia preoccupazione: per l’inconsapevolezza di molte forze politiche per la realtà della grave situazione del risultato uscito dalle urne; e per la governabilità del Paese che è legata non solo alle alchimie dei numeri e ai giochi dei partiti, ma che si deve giocare anche, come indica il chiaro risultato delle urne, su alcune riforme inderogabili su cui dobbiamo essere tutti d’accordo".

"Innanzitutto, bisogna che l’onesta torni di moda, slogan di Beppe Grillo che io sottoscrivo, se vogliamo ridare dignità e credibilità alla politica. Ma questo bisogna farlo in Parlamento, nei consigli regionali, provinciali e comunali, nei partiti e nella società - evidenzia l'esponente del Pdl -. Secondo, il centrodestra deve contribuire in modo responsabile e chiaro a realizzare l’interesse pubblico dell’Italia e non quello della casta, delle lobby o di pochi. E questo si deve fare partendo da due sfide immediate: l’elezione del nuovo presidente della Repubblica e la riforma della legge elettorale, che metta fine ai paracadutati e nominati, per dare spazio ai rappresentanti dei territori e della gente capace, onesta, pulita, meritevole e scelta fra i cittadini. In una parola, ci vuole".

"Una legge elettorale condivisa il più ampiamente possibile in Parlamento, perché gli elettori non siano più sudditi ma cittadini. Anzi, cittadini arbitri della democrazia, come diceva il senatore forlivese Roberto Ruffilli - continua Tassinari - Per terzo punto bisogna tornare a scegliere i rappresentati dei cittadini, specialmente per il Parlamento, anche e soprattutto fra gli amministratori locali, che hanno dimostrato sul campo e tutti i giorni per anni di essere capaci di affrontare e risolvere i problemi dei cittadini e di aver costruito con idee e progetto il futuro di un territorio e dei cittadini, giovani soprattutto".

Per quanto punto "vogliamo ridare anima alla politica bisogna dire basta agli scandali per tornare alla sobrietà anche in politica, basta alle ingiustizie sociali e personali, perché la giustizia sia a livello sociale sia livello personale deve essere uguale per tutti senza aggettivi". Inoltre "bisogna smettere di considerare gli altri partiti, movimenti e persone che la pensano diversamente da noi dei nemici, ma semplicemente avversari politici coi quali bisogna confrontarsi con lealtà e anche con durezza, mai però cercare lo scontro fine a se stesso. Per quanto mi riguarda continuerò a lavorare come sindaco per il bene comune di tutti i miei concittadini, mentre cercherò di impegnarmi a livello partitico per un radicale cambiamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna allenta le restrizioni: centri commerciali chiusi nei weekend. Negozi riaperti la domenica

Torna su
ForlìToday è in caricamento