rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica

Lavoro, primo maggio: una delegazione dell'Ugl a Bagnoli (Napoli)

“L'emergenza occupazione - commenta Emanuela del Piccolo, segretario Ugl di Forlì-Cesena e Rimini - riguarda non soltanto il meridione d'Italia, ma anche alcune zone del nord del Paese, come la stessa Romagna e la provincia di Forlì-Cesena"

La segreteria nazionale dell’Ugl ha scelto Napoli, piu’ precisamente Bagnoli, nell'area dell’ex Italsider, per le celebrazioni del primo maggio e ribadire la contrarietà del sindacato a politiche industriali e del lavoro. Una delegazione di iscritti e quadri dirigenti di Forlì-Cesena-Rimini dell'Ugl, guidata da Emanuela del Piccolo, raggiungerà la località campana e parteciperà alle manifestazioni incentrate - come ha annunciato il segretario generale dell’Ugl, Paolo Capone - "sul tema delle tutele delle lavoratrici e dei lavoratori messe pesantemente in discussione dal governo Renzi e sulle problematiche molto importanti per il Paese come: la difesa dell’ambiente e lo sviluppo delle aree più svantaggiate del nostro paese, come il mezzogiorno e non solo , nel rispetto del territorio, per rilanciare una politica industriale realmente sostenibile".

“L'emergenza occupazione - commenta Emanuela del Piccolo, segretario Ugl di Forlì-Cesena e Rimini - riguarda non soltanto il meridione d'Italia, ma anche alcune zone del nord del Paese, come la stessa Romagna e la provincia di Forlì-Cesena, che dall'inizio della crisi ad oggi si sono viste ridurre imprese e numero di lavoratori occupati. Dal giugno 2009 al giugno 2014 siamo passati da 24.984 a 37.332 disoccupati iscritti ai Centri per l’Impiego , per non parlare dei disoccupati che sfuggono alle statistiche. Numeri impressionanti ai quali non eravamo abituati e ai quali non dovremo abituarci mai. E come sindacato faremo la nostra parte per invertire la tendenza. Non soltanto con i propositi e i momenti di approfondimento: come il convegno contro il Jobs act che abbiamo svolto a Forlì il 14 marzo scorso, ma anche con proposte concrete come la creazione di una cabina di regia unica contro la disoccupazione che aveva trovato inizialmente favorevole il sindaco Drei e di cui l'amministrazione non parla più Parola d'ordine della giornata del 1° maggio dunque: "Ripartire dalla tutela del lavoro e restituire le speranze e le certezze sottratte dal Jobs Act".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, primo maggio: una delegazione dell'Ugl a Bagnoli (Napoli)

ForlìToday è in caricamento