rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Etilometri in revisione, Vietina (FI): "Il ministro acceleri i tempi per la riconsegna"

Sul tema la deputata di Forza Italia, Simona Vietina, ha depositato una interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

I lunghi tempi per la revisione di tre etilometri già inviati a Roma, insieme alla scadenza dell’omologazione degli altri tre etilometri in dotazione all’Unione dei Comuni della Romagna forlivese, rischiano di compromettere l’operatività del Corpo associato della municipale, di fatto impossibilitata a effettuare alcoltest nel corso dei controlli stradali. Sul tema la deputata di Forza Italia, Simona Vietina, ha depositato una interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti per chiedere “di risolvere con urgenza tali criticità, accelerando i tempi di riconsegna agli enti locali dei dispositivi omologati”.

“Il 4 aprile 2017 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato il bando per la fornitura e la manutenzione biennale di due banchi prova per etilometri – ricorda Vietina -, a seguito della segnalazione dell’Asaps sulla carenza di etilometri a causa del fermo per la revisione che si protraeva dall’ottobre 2016. Nel luglio 2018, tuttavia, un nuovo allarme veniva lanciato a mezzo stampa sulla carenza degli etilometri, a causa dei lunghissimi tempi di revisione. Un problema che riguarderebbe, oltre a tutte le Forze di Polizia dello Stato, quali principalmente Polizia Stradale, Carabinieri, Guardia di Finanza anche le Polizie Locali di seimila municipi in tutta Italia. L’alcoltest omologato è infatti l’unico strumento utile per poter contestare su strada, a livello amministrativo e penale, chi guida in stato di ebbrezza”.

“Tre etilometri in dotazione all’Unione di Comuni della Romagna Forlivese sono stati inviati per la revisione alla ditta specializzata a marzo 2018 – prosegue Vietina -. Il 7 agosto scorso chi di competenza ha contattato la ditta in questione per avere notizie in merito ai tempi di riconsegna (che solitamente si aggirano sui 4 mesi). Sarebbe stato riferito che a Roma i banchi di prova sono ancora fuori uso e pertanto i tempi di attesa per effettuare una visita periodica sono di circa 8-9 mesi perché tutte le visite periodiche verrebbero effettuate a Milano”.

“Nel frattempo, per l’Unione di Comuni della Romagna Forlivese sono scadute le omologazioni anche di altri tre etilometri in dotazione che sono stati spediti per il previsto collaudo, pertanto non è più possibile eseguire prove alcolemiche durante i servizi di controllo stradale. Appare pertanto evidente la forte criticità, considerato che l’Unione in questione è formata da 15 Comuni e copre un territorio molto ampio sul quale non potranno essere effettuate prove alcolemiche fin tanto che gli etilometri non saranno riconsegnati con la prevista omologazione”, conclude Vietina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Etilometri in revisione, Vietina (FI): "Il ministro acceleri i tempi per la riconsegna"

ForlìToday è in caricamento