menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prima infanzia e famiglie, dalla Regione altri 2 milioni

Il consigliere regionale del Pd Tiziano Alessandrini si esprime con soddisfazione per la scelta della Regione Emilia-Romagna di investire sulla prima infanzia

Il consigliere regionale del Pd Tiziano Alessandrini si esprime con soddisfazione per la scelta della Regione Emilia-Romagna di investire sulla prima infanzia riducendo così l’impatto dei tagli statali e mettere a disposizione degli Enti locali e liberando risorse tali da consentire una maggiore tenuta del sistema. «Si tratta di un’integrazione al Fondo sociale, già approvata in Assemblea", spiega il consigliere regionale del Pd.

"Per Forlì-Cesena aggiungerà 2.019.287 euro divisi fra i 3 distretti (946.215 euro Forlì, 596059 euro Cesena e 477.013 Rubicone). In tal modo le risorse complessive (sommate dunque quelle già deliberate con Del. G2168/11) saranno: 1.709.740 euro per il Distretto di Forlì, 1.084.799 euro per Cesena e 828.836 euro per il Rubicone", continua Alessandrini.

«A questi vanno aggiunti 100.239 euro per aree infanzia e immigrazione e 540.000 euro circa per i nidi della provincia di Forlì; 26.883 euro per il Centro per le Famiglie e 16.348 euro per il carcere al Comune di Forlì». «Le indicazioni della Regione, contenute negli “Indirizzi per la programmazione sociale e dei servizi educativi per la prima infanzia per l’anno 2012”, definiscono gli obiettivi e i criteri generali di ripartizione delle risorse del Fondo sociale regionale al fine di sostenere: la promozione sociale e le iniziative formative; le Province per le attività di coordinamento e gestione del sistema informativo dei servizi; i Comuni e altri soggetti pubblici per l’attuazione dei piani di zona (in particolare: interventi a favore delle vittime di tratta e sfruttamento; persone sottoposte a limitazioni della libertà personale; consolidamento, sviluppo e qualificazione dei centri per le famiglie) e il programma per la qualificazione e il consolidamento del sistema integrato dei servizi socio-educativi per i bambini in età da 0-3 anni».

«La Regione – spiega il consigliere Alessandrini - a causa del ridimensionamento dei fondi nazionali (riduzione del 60% del Fondo nazionale politiche sociali, azzeramento del Fondo per le politiche per la famiglia e del Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità), assegnerà agli enti locali del territorio regionale  51.311.285 euro di risorse. Fondi che saranno così ripartiti: 1.137.000 euro alle Province; 1.285.000 euro al Fondo Comuni singoli; 40.739.285 euro al Fondo sociale locale e 7.250.000 euro ai nidi. I trasferimenti statali saranno solo 2 milioni di euro dal Fondo nazionale politiche sociali e 1,7 milioni dal Fondo politiche per la famiglia: fondi che verranno assegnati alla fine dell’anno».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento