menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fase 2, Vietina (Forza Italia) attacca Conte: "Solo parole. Paese bloccato nel limbo"

E' l'attacco a firma di Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio

"Mancano le mascherine che dovrebbero essere obbligatorie in qualunque interazione fra persone tanto sul lavoro quanto in famiglia, di tamponi o esami sierologici ad ampio spettro non si parla ancora ma, in compenso, si fanno dichiarazioni-fiume piene di parole e vuote di contenuto. La tanto attesa Fase 2 annunciata domenica sera dal premier Giuseppe Conte si è rivelata un comizio vuoto, ricco soltanto di iperboli che parlano di sforzi straordinari e poderosi". E' l'attacco a firma di Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio.

"Intanto il Paese è sempre più impantanato in una palude dal quale rischia di non uscire, i sostegni economici promessi sono in ritardo, quando inesistenti, sul turismo e sulla scuola manca qualunque indicazione precisa - prosegue la deputata -. Il Governo naviga a vista ma con gli occhi bendati e, in questo modo, il rischio di arenare irrimediabilmente il Paese è altissimo: visto che nel suo soliloquio di ieri sera Conte non è riuscito a citare una sula vera riforma, Forza Italia è pronta a offrirgli le proprie, anche a costo di permettere che il Premier le faccia sue. Perché le riforme vanno fatte, il Paese non può più aspettare".

"Non capisco poi - incalza la parlamentare azzurra - perché accanirsi contro le celebrazioni religiose: la dura nota emessa ieri dalla Cei al termine della conferenza stampa di Conte trova tutto il mio appoggio. Se pensiamo di regolamentare gli accessi negli esercizi commerciali o sul posto di lavoro perché non dovremmo farlo anche per le funzioni religiose, così importanti per la popolazione italiana?".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento