menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferretti, si attende il piano industriale: "La base resterà a Forlì?"

Votato all'unaninimità in consiglio provinciale un odg sulla situazione del Gruppo Ferretti

I gruppi consiliari provinciali PdL, Lega Nord, Udc, Idv, Gruppo Misto e Pd hanno sottoscritto una proposta di ordine del giorno sulla situazione del Gruppo Ferretti. Il testo chiede di impegnare il presidente e la Giunta affinché, in accordo con il sindaco di Forlì ed il presidente della Regione Emilia Romagna, chiedano un incontro urgente alla nuova proprietà, il gruppo cinese Wiechai “per sapere se il Piano industriale del Gruppo Wiechai prevede investimenti sul territorio provinciale volti, in particolare, a mantenere a Forlì la base di riferimento della società”.

Inoltre viene chiesto “se i lavori dell’area interessata dall’Accordo di Programma ‘Querzoli-Ferretti’ del 2005 partiranno entro la fine dell’anno, così come comunicato alla commissione consigliare provinciale nel corso dell’incontro tenuto presso il Gruppo Ferretti alcuni mesi fa. Inoltre, si fa particolare riferimento alle notizie “apparse sul Corriere Adriatico e sul Messaggero, che indicano una serie di iniziative di collaborazione e sviluppo assunte dal Presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, con il Presidente di Wiechai Group, società che ha recentemente acquisito i cantieri Ferretti, Tan Xuguang, a fronte di quello che sembra apparire disinteresse nei confronti della nuova proprietà da parte delle autorità locali e regionali, considerato che nelle Marche a Mondolfo sono collocati gli uffici dello stabilimento Pershing–Ferretti”. Si ricorda infine che “ è ancora in vigore l’Accordo di Programma Querzoli- Ferretti (maggio 2005) che vede fra i firmatari anche la Provincia,  motivato dall’esigenza comune delle due aziende di estendere i propri stabilimenti produttivi. L’accordo prevede l’utilizzo di un’area di 33 ettari di superficie totale (333mila mq), suddivisi in due lotti per complessivi 264mila mq e altri 69mila mq di terreno da cedere per opere pubbliche. A questi si affiancano altri 90mila metri quadri di parco lungo il fiume Ronco ceduti al Comune di Forlì. L’accordo conteneva una previsione di incremento della manodopera di complessive 300 unità per  prossimi 10 anni (cioè entro il 2015), previsione che, ovviamente, il perdurare della crisi economica non consentirà di mantenere”.
 

Il testo è stato approvato all’unanimità. Ha presentato l’ordine del giorno il capogruppo del PdL Stefano Gagliardi. Sono intervenuti i capigruppo della Lega Nord Gian Luca Zanoni e del Pd Luciano Minghini. Ha preso la parola anche l’assessore al Lavoro Denis Merloni: “Ho acquisito in queste ore alcune informazioni che consegno al Consiglio: questo rapporto privilegiato, come appare, con la regione Marche dipende dal fatto che quella regione è gemellata con Guandong, dove si trova la Wiechai, e questo gemellaggio è in essere già da tempo. Due ore fa, inoltre, mi hanno comunicato che, grazie alla presenza di esponenti della nuova dirigenza a Forlì, lunedì 17 dicembre alle ore 12 esponenti della proprietà saranno presenti in provincia per discutere dell’accordo di programma. Nel frattempo ci opporremo ad ogni iniziativa unilaterale che sarà posta in essere dalla proprietà anche alla luce della futura discussione sull’accordo di programma”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento