menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il governo Letta incassa la fiducia, Di Maio: "Una buona notizia per imprese e famiglie"

"La nuova maggioranza politica (diversa da quella numerica dietro la quale Berlusconi ha tentato di mascherare la profonda spaccatura del suo partito) è - afferma Marco Di Maio -, per le condizioni disastrate in cui si trova l'Italia, una buona notizia"

"Il presidente del consiglio Enrico Letta ha ottenuto una nuova fiducia del parlamento. Lo ha fatto dimostrando un profilo da vero uomo di Stato, non solo con due discorsi di altissimo profilo alla Camera e al Senato, ma anche avendo la forza di non cedere al ricatto di Silvio Berlusconi e dimostrando di voler governare ad ogni costo e ad ogni prezzo. E costringendo lo stesso Berlusconi a cadere dalla giostra che credeva di sua proprietà e a dire, poi, che voleva scendere: perchè questo è il senso del suo voto di fiducia al governo Letta". Lo afferma il deputato forlivese Marco Di Maio.

"La nuova maggioranza politica (diversa da quella numerica dietro la quale Berlusconi ha tentato di mascherare la profonda spaccatura del suo partito) è - afferma Marco Di Maio -, per le condizioni disastrate in cui si trova l'Italia, una buona notizia". "Confermo la fiducia ad Enrico Letta al suo Governo sia perchè conosco le capacità del premier sia perchè sono convinto che l'Italia ora abbia bisogno di un governo forte ed efficace, libero dai ricatti quotidiani e senza l'angoscia di approvare provvedimenti "a spot" per prepararsi a possibili imminenti elezioni politiche".

"C'è bisogno di un Governo che possa contare su una maggioranza solida e qualifcata, che prenda delle decisioni, che faccia delle cose, che attui le riforme che si attendono da anni - aggiunge Di Maio -.  Un Paese che ha bisogno che si esca dalla perenne minaccia delle elezioni (emblematico che siano stati 61 i governi che si sono succeduti in Italia negli ultimi 67 anni: quasi uno all'anno) e possa contare su un governo che si occupi dei problemi, pesanti e gravosi, che stanno vivendo le imprese, le famiglie. Che si occupi dell'angoscia che vivono le giovani generazioni. Che sia consapevole, come ha detto Enrico Letta alla Camera, che il Paese ha perso la pazienza e ha bisogno di vedere e sentire decisioni concrete".

"Insomma un Governo che si occupi di affrontare la sofferenza sempre più acuta che vivono molti italiani - conclude Marco Di Maio -, ridia una prospettivaai giovani, risponda alle preoccupazioni delle imprese, riaccenda la luce della speranza in un futuro migliore del presente che in troppi hanno perso in questi anni. Ce la possiamo fare, l'alibi che negli ultimi 20 anni ha 'coperto' la politica italiana, non c'è più. Proviamoci".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento