menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Pinza (a sx) e Piergiuseppe Dolcini

Roberto Pinza (a sx) e Piergiuseppe Dolcini

Fondazione Carisp, per il nuovo presidente duello Pinza-Branca

L'ex vice ministro dell'Economia in lizza per la successione a Piergiuseppe Dolcini, da vent'anni alla guida dell'ente. Al suo posto possibile anche l'approdo di Antonio Branca, attuale segretario generale

Si sono aperti i giochi per la successione di Piergiuseppe Dolcini alla presidenza della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, la più “ricca” delle istituzioni forlivesi avendo a disposizione un patrimonio di oltre 400 milioni di euro e una capacità di erogare sul territorio oltre 8 milioni di euro ogni anno.

PINZA - Sui media locali si cominciano a diffondere i nomi dei possibili successori, andando a configurare soprattutto un duello: da una parte Roberto Pinza (71 anni), ex vice ministro dell’Economia, avvocato, ex parlamentare, ed ex presidente della Camera di Commercio, attualmente presidente dell’Irst-Irccs di Meldola.

BRANCA - Dall’altra parte Antonio Branca, 61 anni, attualmente segretario generale della Fondazione, con un passato da segretario generale anche della Banca di Forlì e prima ancora di vice sindaco della città, dal 1999 al 2004. Poi fu papabile candidato alla presidenza della Provincia ma fu ‘bruciato’ sulla linea del traguardo dall’attuale presidente, Massimo Bulbi.

OUTSIDER  . In lizza, secondo “La Voce di Romagna” ci sarebbe anche Guglielmo Russo (56 anni), vice presidente della Provincia di Forlì Cesena e dirigente Legacoop. Non sembra percorribile, invece, l’ipotesi di Valerio Melandri, direttore del Master in Fundrasing dell’Università di Bologna e figlio di Leonardo Melandri, il senatore Dc ‘padre’ dello sbarco dell’Alma Mater in Romagna.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento