menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forlì, arriva Bersani e salta il Consiglio comunale, la protesta di PdL e Udc

Lavori sospesi per la mancanza del numero legale essendo presenti 14 consiglieri (erano rappresentati i gruppi Pdl, Idv, Df, Idv e Udc) a fronte di un numero legale minimo di 16 consiglieri

Dopo aver proceduto secondo quanto previsto dalle disposizioni amministrative, alle 18 lavori del Consiglio comunale di Forlì sono stati sospesi per la mancanza del numero legale essendo presenti 14 consiglieri (erano rappresentati i gruppi Pdl, Idv, Df, Idv e Udc) a fronte di un numero legale minimo di 16 consiglieri. La seduta si è quindi conclusa. La prossima convocazione del Consiglio Comunale è in programma per il giorno 25 luglio alle ore 15.30.

A disertare i banchi sono stati i consiglieri del Pd per la concomitante visita del segretario nazionale Pierluigi Bersani. «E’ un  vero peccato vedere svilita l’istituzione del Consiglio Comunale che è stato sospeso improvvisamente lunedì 18 luglio per la mancanza del numero legale», affermano Alessandro Rondoni, capogruppo Pdl e Gabriele Gugnoni, capogruppo Udc in Consiglio Comunale a Forlì. «Non contestiamo il legittimo interesse da parte dei consiglieri della maggioranza di andare a sentire il segretario nazionale Pd Bersani, in contemporanea alla festa del partito democratico forlivese. Ma proprio per questo andava convocato in altra data il Consiglio Comunale perché risolvere i problemi della città merita il massimo dell’attenzione. Perciò i nostri gruppi sono rimasti in aula, assistito ad uno spettacolo desolante, e abbiamo chiesto per il futuro maggiore rispetto delle istituzioni, anche per contenere i costi della politica”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento