menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Forza Italia guarda al 2019: "Il centrodestra può conquistare Forlì"

"In Emilia-Romagna la vera alternativa al Pd sempre piu' in calo, sempre più debole, è il centrodestra", viene evidenziato

Gli eletti in parlamento di Forza Italia Antonio Barboni, Simona Vietina, Galezzo Bignami e Annamaria Bernini hanno incontrato in Sala Randi il coordinamento provinciale del partito e i gruppi comunali e territoriali. E' la prima uscita pubblica dopo il voto del 4 marzo che ha consegnato agli elettori la storica debacle del Pd e una coalizione del centrodestra unito in vantaggio in 12 dei 13 comuni su 14 che 5 anni fa vedevano il partito di Renzi maggioranza.

"Sono queste le basi che gettiamo per conquistare il Comune di Forlì alle amministrative del 2019", commenta Fabrizio Ragni, coordinatore provinciale di Forza Italia e capogruppo comunale degli azzurri a Forlì. Presente anche il consigliere comunale di Forza Italia, Lauro Biondi, che ha caldeggiato l'apertura di una sede locale di Forza Italia e da settembre iniziative del partito per rafforzare la presenza del partito nel territorio.

"Noi intendiamo trasformare in progetti da realizzare concretamente in ambito locale le risposte contenute nel programma nazionale di Fi alle tante richieste che ci sono state rivolte con più forza dalla società - ha aggiunto Ragni -. Più controlli e sicurezza nelle città, stop all’immigrazione illegale indiscriminata , meno tasse, sostegno alle imprese, ai commercianti ed agli artigiani e rilancio dell’economia”.

Un'idea condivisa dai parlamentari di Forza Italia eletti in Romagna. Bernini ha ringraziato i sindaci e gli eletti del territorio che assicurano il legame costante con i cittadini e raccogliendone le istanze. Ed uguale tributo svolto da Barboni e Vietina. Da parte loro Ragni e Biondi , che con gli eletti intendono fare rete nell'interesse del territorio e per rafforzare il progetto politico di Forza Italia, hanno evidenziato che "in Emilia-Romagna la vera alternativa al Pd sempre piu' in calo, sempre più debole, è il centrodestra. E fin da oggi si possono già gettare le basi per un'alleanza solida, ispirata dai principi che accomunano i partiti alleati, nell'obiettivo – concretamente raggiungibile, di fronte anche all'inconsistenza degli avversari politici locali, compreso il M5S al 25% contro il 32,4% del centrodestra - di amministrare la città di Forlì nel 2019".

Nella consapevolezza comune che "non esiste un centrodestra vincente - e nei sondaggi per le regionali del 2019 già lo è - che non sia una unica coalizione, nella condivisione di un progetto politico largamente compreso, come è capitato il 4 marzo, dagli elettori", come ha spiegato Galeazzo Bignami. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento