Politica

Fratoianni (Liberi e Uguali): "Disgustosa celebrazione del fascismo"

Tuona il deputato: "Governo dovrà spiegare in Parlamento, ma dopo quello che è successo valutare permanenza Prefetto e Questore"

"Predappio e l'Italia hanno potuto assistere ad una disgustosa celebrazione della Marcia su Roma. Eventi assolutamente prevedibili. Gli apparati dello Stato repubblicano hanno cioè permesso una manifestazione pubblica di esaltazione del fascismo. Fino all'agghiacciante maglietta offensiva verso 6 milioni di vittime della Shoah. Senza che nessuno abbia  mosso ciglio. Tutto ciò è inaccettabile". E' quanto afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, di Liberi e Uguali.

"La Costituzione italiana e le leggi della nostra Repubblica sono molto chiare - prosegue - nel vietare il professare e il fare propaganda di ideologie neofasciste e neonaziste, e il  diffondere di messaggi di odio razziale. Domenica a Predappio evidentemente  non se ne è tenuto conto, mentre in altre realtà e in altre manifestazioni  il comportamento delle autorità è stato ben diverso". "Crediamo - conclude Fratoianni - che il governo e il ministero dell'interno dovranno dare parecchie spiegazioni al Parlamento , e forse sarà necessario ed urgente valutare se  il Prefetto e il Questore possano rimanere in quella realtà, dopo quello che è successo".

POSSIBILE - "Oggi, come ieri, sarebbe semplicemente bastato difendere e dare importanza a una manifestazione che si rifà alla Costituzione repubblicana, alla Resistenza, alla storia, e contrastare un fascismo che ormai non si può più definire di ritorno", commenta Possibile. Quindi l'attacco al sindaco Giorgio Frassineti: "E di certo era il caso di evitare battute sessiste di qualunque tipo, battute che ormai qualificano più chi le fa che chi vorrebbero colpire".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratoianni (Liberi e Uguali): "Disgustosa celebrazione del fascismo"

ForlìToday è in caricamento