"Garantire il diritto di non abortire", Forlì Cambia: "Coerenza col programma elettorale"

La lista civica si dice "disponibile a dialogare con chiunque per approfondire i contenuti di questi importanti atti politico-amministrativi, già deliberati e da attuare, perchè non restino solo sulla carta"

La lista civica Forlì Cambia si riconosce "pienamente" nella scelta del sindaco Gian Luca Zattini e della sua Giunta di inserire nelle Linee Programmatiche dell’amministrazione comunale l’obiettivo di “garantire il diritto di non abortire”. "Questo - viene evidenziato - rientra nello stesso programma che la lista civica aveva elaborato per la campagna elettorale. E’ dunque apprezzabile la coerenza di chi avendo vinto le elezioni voglia rispondere agli impegni assunti realizzandoli".

Proseguono da "Forlì Cambia": "Probabilmente il coordinatore di “èViva Forlì” e chi non condivide la preoccupazione di attuare una reale prevenzione dell’aborto, espressamente prevista dalla stessa Legge 194/78, non solo non sa quale dramma sia per la donna un’interruzione della gravidanza e quali indelebili tracce lasci nella sua vita, ma non si rende conto della responsabilità sociale che ogni comunità civile porta verso le persone che la compongono, soprattutto nei momenti di maggior sofferenza e fragilità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomentano dalla lista civica: "Ricordiamo ai critici di questo obiettivo programmatico che il Comune di Forlì ha stilato fin dall’anno 2007 uno specifico Protocollo operativo con la Ausl e la Consulta Comunale delle Famiglie (in rappresentanza di 23 associazioni del terzo settore) per realizzare sul nostro territorio quanto previsto dagli artt. 2 e 5 della L. 194/78. I contenuti operativi di detto Protocollo sono stati addirittura recepiti come “buona prassi” nelle Linee Guida che la Giunta della Regione Emilia-Romagna ha elaborato fin dal 20 ottobre 2008 per la tutela sociale della maternità". La lista civica si dice "disponibile a dialogare con chiunque per approfondire i contenuti di questi importanti atti politico-amministrativi, già deliberati e da attuare, perchè non restino solo sulla carta". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il suo corpo galleggiava in acqua: perde la vita in mare

  • Colpita dal muletto in retromarcia: infortunio mortale in azienda

  • Centauro si schianta contro l'auto in svolta e viene sbalzato contro il guard-rail: è grave

  • Esce di strada e finisce con l'auto contro la recinzione di una casa: è grave

  • Forlimpopoli entra nel Guinness dei Primati per la sfoglia tirata al matterello più lunga del mondo

  • Rogo nella cucina di un appartamento del terzo piano, evacuata una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento