Politica

Giornata della memoria, Fratelli d'Italia ricorda i deportati dell'ex albergo "Commercio"

In corso Armando Diaz, al numero civico 79, sul ciglio della strada, è stata collocata una piccola targa in marmo montata su un sostegno di metallo che ricorda l’esistenza, in quell’edificio, dell’albergo “Commercio” e del luogo di detenzione provvisoria degli ebrei forlivesi

Una delegazione provinciale e comunale di  Fratelli d'Italia, composta dal vicecoordinatore provinciale Fabrizio Ragni e dal presidente del Circolo Territoriale di Fratelli d'Italia “Città di Forli - Caterina Sforza”, nonché consigliere comunale Marco Catalano, si è raccolta in un simbolico minuto di silenzio davanti all'ex Albergo Commercio, nello stabile oggi corrispondente al civico 79 di Corso Diaz. Nei locali requisiti dai tedeschi nel 1943 e utilizzati come luogo di detenzione provvisoria vennero rinchiusi gli ebrei rastrellati a Forlì e nella provincia in attesa di deportazione al campo di Fossoli e di lì in Germania. 

Nello stabile di corso Diaz, operante fino al 1944, furono reclusi almeno 14 ebrei, ma non esistono registri con l’indicazione esatta di tutti i nomi delle persone  poi inviate ai  campi di sterminio. "Anche Forlì ha i suoi luoghi simbolo della persecuzione ebraica. Nel Giorno della Memoria delle vittime dell’Olocausto, per ricordare a quali orrori può portare la fede cieca e incondizionata in un'ideologia che porta allo sterminio, ricordiamo che il vero antidoto a questa cieca violenza è da sempre la ragione e la libertà. Difendiamole entrambe come il nostro bene più importante", affermano Ragni e Catalano.

Anche Roberto Petri, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia di Forlì-Cesena, ha celebrato il 27 gennaio: "Per non dimenticare il sacrificio di milioni di uomini e donne che, per la sola appartenenza razziale, trovarono il martirio nei campi di sterminio nazisti. Il ventesimo secolo è stato un periodo di tragedie, di genocidi e di guerre. Questa giornata sia di monito e di insegnamento,  soprattutto per le giovani generazioni, affinché quei tristi e deprecabili  avvenimenti non si ripetano mai più”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata della memoria, Fratelli d'Italia ricorda i deportati dell'ex albergo "Commercio"

ForlìToday è in caricamento