menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovani Artisti, l'assessore Ravaioli confermata presidente

L'Assemblea dell'Associazione Gaer (Giovani Artisti Emilia-Romagna) ha riconfermato all'unanimità il ruolo di Forlì come comune capofila e l'Assessore Valentina Ravaioli in qualità di Presidente

L’Assemblea dell’Associazione Gaer (Giovani Artisti Emilia-Romagna) ha riconfermato all’unanimità il ruolo di Forlì come comune capofila e l’Assessore Valentina Ravaioli in qualità di Presidente. L’Associazione, nata nel 2009 per promuovere la creatività giovanile in termini di occasioni di promozione, mobilità, sviluppo di competenze professionali nel settore creativo, raggruppa tutti i comuni capoluogo delle regione e alcune delle province emiliano romagnole ed è, inoltre, il soggetto attuatore del percorso dedicato alla creatività nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro con la Regione Emilia-Romagna.

Proprio nell’ambito di tale accordo, l’Associazione ha sviluppato diverse iniziative in un’ottica di rete tra tutti i territori , al fine di offrire ai giovani artisti opportunità concrete di crescita e scambio. La linea più innovativa presentata dall’Associazione e su cui si sono impegnati nel coordinamento i territori di Forlì, Reggio-Emilia, Rimini, Piacenza e Bologna è stata la linea dedicata al rapporto tra creatività ed imprenditoria. Attraverso il bando “Il prodotto della creatività”, la proposta ha riscosso un enorme successo stimolando idee e progetti innovativi e puntando su un concetto ampio di creatività, capace di coinvolgere svariati ambiti, dalla comunicazione, al design, all’artigianato, alla gastronomia.

Oltre 200 sono i progetti che sono stati inviati, coinvolgendo più di 500 giovani creativi tra i 18 ed i 35 anni. Spetterà ora ad una commissione costituita da tecnici ed esperti dei vari territori regionali selezionare le proposte vincitrici che potranno beneficiare di un contributo fino ad un massimo di 8000 euro, sedi in concessione agevolata, consulenze e formazione.

"Ringrazio tutti i territori per la fiducia che ci hanno rinnovato e per il supporto prezioso ed indispensabile nel complesso lavoro di sistema che è stato svolto, con la costante collaborazione della Regione Emilia-Romagna - afferma Ravaioli -. La sfida del gaer è stata, e sarà sempre di più, quella di far convivere le diverse storie e sensibilità dei territori, i percorsi più strutturati e radicati, con il bisogno di innovazione e l’apertura alla sperimentazione ed alla contaminazione con temi come la tecnologia e i nuovi media, la sostenibilità ambientale e l’integrazione, accettando la scommessa europea sul fronte dell’industria creativa. Il numero di proposte arrivate e l’interesse suscitato dimostrano che la strada intrapresa è quella giusta”.

Tra gli altri percorsi attivati, manifestazioni finalizzate a supportare la promozione dei giovani artisti, tra cui “Arte in Contemporanea” e “Komikazen” e “il mestiere delle Arti”, il progetto dedicato all’arte pubblica ed alla formazione, coordinato dal Comune di Ferrara ed il sito gaer (www.gaer.ws)  con l’archivio regionale dei giovani artisti coordinato dal Comune di Parma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento