rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Politica

I lavoratori dell’Aeroporto devono essere ricollocati

"Fanno bene i sindacati ad arrabbiarsi e farebbero altrettanto bene i lavoratori ad iniziare una dura protesta, perché i nostri Amministratori pubblici hanno delle responsabilità enormi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

"E alla fine a rimetterci saranno come sempre i lavoratori. Nonostante i venti milioni di euro spesi, solamente negli ultimi anni per ripianare i buchi, le promesse del Sindaco e del Presidente della Provincia, gli incontri al ministero, 90 lavoratori rischiano di perdere il posto di lavoro. Fanno bene i sindacati ad arrabbiarsi e farebbero altrettanto bene i lavoratori ad iniziare una dura protesta, perché i nostri Amministratori pubblici hanno delle responsabilità enormi. Prima, per la gestione disastrosa di un aeroporto che doveva essere commisurato solo alle funzionalità della scuola di volo e del polo tecnologico e non certo uno scalo passeggeri, poi, perché non si ha avuto la lungimiranza, con i soldi risparmiati dopo il fallimento di Seaf, di investire nel trasporto pubblico locale e nei servizi ad esso connessi.

Si sarebbero potuti collocare tutti i 90 lavoratori ed impostate quelle corrette politiche sulla mobilità urbana ed extraurbana che avrebbero migliorato la qualità della vita di tanti cittadini. Invece, si è preferito da una parte rifinanziare Seaf, quando il suo destino era già segnato e, dall’altra, guardare all’intero comparto della mobilità come un “costo” da esternalizzare o privatizzare e non come un servizio pubblico da tutelare e migliorare. Insomma, siano le varie società a partecipazione pubblica operanti nel settore della mobilità ad assorbire tutti i 90 lavoratori inserendoli in un piano di investimenti sul trasporto pubblico locale. Ad esempio, migliorando i trasporti pubblici, vista anche l’unificazione dell’Ausl, tra i territori e gli ospedali della Romagna, oppure allungando l’orario o aumentando l’estensione delle corse urbane ed extraurbane. Ne beneficerebbero non solo i lavoratori, ma anche la qualità dell’aria e della nostra vita quotidiana".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lavoratori dell’Aeroporto devono essere ricollocati

ForlìToday è in caricamento