I volontari di Volt Europa in Piazza Saffi: "Vogliamo riavvicinare la politica ai cittadini"

"Il risultato di questa "chiacchierata" all'aria aperta è stato che i temi più sentiti sono la gestione dei rifiuti, la sicurezza e la rivitalizzazione del centro cittadino", spiega Francesco Marino, coordinatore cittadino di Volt Forlì

Alcuni dei volontari di Volt Europa, il primo movimento paneuropeo (ovvero con un unico programma progressista ed ambientalista condiviso negli stati dell’Unione) erano in Piazza Saffi per incontrare i passanti ed ascoltare cosa pensassero della loro città, quali aspetti andrebbero migliorati e cosa invece merita maggiore valorizzazione. Inoltre, in linea con lo spirito europeista del partito, è stato anche domandato quali effetti l'Unione Europea produca sui cittadini e sulla zona forlivese.

"Il risultato di questa "chiacchierata" all'aria aperta è stato che i temi più sentiti sono la gestione dei rifiuti, la sicurezza e la rivitalizzazione del centro cittadino - spiega Francesco Marino, coordinatore cittadino di Volt Forlì -. In termini di agenda politica, tra i punti che stanno più a cuore spicca l'istruzione (al primo posto per il 57% degli intervistati), seguita da diseguaglianza economica, Lavoro e immigrazione (quest'ultima al 27%). Ciò che più funziona nella città pare essere la sanità e la vivibilità, espressa dal polo museale di alto livello e dalle iniziative culturali interessanti, mentre i trasporti pubblici, soprattutto in periferia, e i rifiuti rappresentano alcune delle fonti di maggiori disagio. Le opinione sulla comunità europea si polarizzano invece tra chi non vede alcun effetto positivo sulla propria vita a chi apprezza la possibilità di libero commercio, fino alle opportunità offerte dai fondi dell'Unione e alla pace e prosperità di una vita comunitaria".

Vogliamo riavvicinare la politica ai cittadini - prosegue Marino - e crediamo che un buon programma debba essere coltivato con l’ascolto ed il confronto con tutti i cittadini, anche quelli con diversi punti di vista". Oltre al programma Europeo, una sua versione adattata al contesto dell'Emilia Romagna è stata elaborata e presentata al lancio della campagna di Volt per le elezioni regionali del prossimo 26 gennaio. "Volt Europa è un progetto molto giovane ma in soli due anni è riuscita a radicarsi territorialmente sul continente e a far eleggere il suo primo europarlamentare - conclude Marino -. Vogliamo portare la stessa passione ed energia anche nell'Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna. Per chi ha piacere di conoscerci o sostenerci può fare riferimento ai canali social "Volt Forlì-Cesena".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Giovane punta un euro al "10 e Lotto" e fa il colpo: "Gli tremavano le gambe dall'emozione"

  • Maxi-studio su 30 anni di cancro in Romagna: quanto ci si ammala e quanto si sopravvive, tumore per tumore

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • L'altra faccia dell'emergenza abitativa, l'odissea del locatore: "Casa sfasciata dopo lo sfratto"

  • Si schianta col Porsche Cayenne di un forlivese e lo abbandona in strada

Torna su
ForlìToday è in caricamento