rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Il neo assessore all'Ambiente si presenta in Consiglio: "Il mio impegno prevalente sarà su Forlì"

Sanzani ha partecipato anche alla prima giunta: "Sono onorato di essere qui in questo Consiglio, anche perchè sono un forlivese di nascita e ho vissuto qui per quasi trent'anni

Presentazione ufficiale martedì pomeriggio in Consiglio comunale del nuovo assessore all'Ambiente William Sanzani, insediatosi da venerdì scorso al posto del dimissionario Nevio Zaccarelli e che ha assunto anche le deleghe al Verde Pubblico, Rapporti con l'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese, Politiche Energetiche e Pubblica Illuminazione. "I criteri che ho individuato per avere una figura subito operativa presupponevano un profilo di una persona esperta in materia e Sanzani ne ha le competenze, ricoprendo lo stesso assessorato anche nel comune di Castrocaro - ha spiegato il sindaco Davide Drei nell'introduzione -. La condivisione è stata fatta all'interno delle relazioni istituzionali con i sindaci che hanno responsabilità sulle tematiche di ordine sovracomunale. Non cambia di un millimetro l'indirizzo delle politiche assunte".

Sanzani ha partecipato anche alla prima giunta: "Sono onorato di essere qui in questo Consiglio, anche perchè sono un forlivese di nascita e ho vissuto qui per quasi trent'anni. Poi per lavoro mi sono trasferito a Castrocaro per motivi di lavoro e ho fatto l'amministratore li. Ho accettato questo incarico perchè “in corsa”, ho visto nel mandato precedente nascere insieme ad altri comuni l'idea di Alea, questa nuova gestione dei rifiuti che il Comune di Forlì ha fatto in modo lungimirante, coraggioso e che sta dando i suoi primi frutti. La sua partenza nel 2018 è la dimostrazione che è stata una scelta positiva. Dobbiamo cercare di portare questa scelta sovracomunale e permettere a questa società di essere operativa da un punto di vista dell'efficienza. Il tema di Alea mi ha appassionato sarà da me monitorato". Sulle altre deleghe, "la mia presenza sarà continuativa e molto ampia. Rimarrà una presenza residuale sul comune di Castrocaro e quindi l'impegno sarà prevalentemente sul comune di Forlì, che è una realtà molto più complessa ed articolata. Non si esportano modelli da altri Comuni. Ci sarà bisogno di confronto ed ascolto".

Gli interventi dei consiglieri

Critiche sono arrivate dall'opposizione. "Mantiene due ruoli e come puo' svolgere al meglio il suo incarico e in quale quota è in giunta?", si è interrogato Daniele Vergini del Movimento 5 Stelle, mentre il capogruppo della Lega Nord, Daniele Mezzapo, ha contestato la decisione del sindaco Drei, "ovvero di coinvolgere e dare un assessorato così importante ad una persona che ha un doppio mandato. Non c'è incompatibilità, ma è morale". "Come può fare gli interessi di due comuni che in passato si sono trovati in contrasto?", ha evidenziato l'esponente del Carroccio. Quindi ha chiesto di "vigilare e seguire con responsabilità la questione Alea ambiente e il discorso rifiuti, che hanno un risvolto sulla società di notevole importanza". 

Fabrizio Ragni (Forza Italia) ha fatto un'analisi politica: "Io non ho fiducia nella giunta, che ha dimostrato in più occasioni di mancare l'obiettivo. Non ha fatto quello che ha promosso e non lo farà nemmeno nell'ultimo anno che ci divide dalle elezioni. Senza considerare gli incidenti di percorso, l'azzeramento della giunta, con un turn over di assessori mai visto in precedenza. Questo ha inciso sull'azione amministrativa". Definendo il percorso della giunta "un fallimento irreversibile", Ragni non applaude alla scelta di Sanzani "per motivi politici. Aspettiamo le elezioni per un definitivo cambio di pagina". "Sui temi più importanti questa giunta non sa che pesci pigliare - ha attaccato il compagno di banco, Lauro Biondi -. Speriamo che non ci sia un ulteriore momento di flessione e degrado, perchè la città non sarebbe in grado di superarlo". Quindi ha evidenziato come il suo prodecessore Nevio Zaccarelli se ne sia andato "in contrasto con il sindaco, con il Pd e le politiche del Comune, togliendo la porta dai gangheri". 

Anche Davide Minutillo (Fratelli d'Italia) ha sollevato "tante perplessità su questa nuova nomina, perchè è emblematico come il sindaco Drei, tra tutte le personalità presenti in città, non ne abbia scelta una della nostra città. Forlì pagherà la sua irresponsabilità nel nominare due assessori esterni". Quindi ha chiesto le dimissioni di Drei: “Basta nascondersi sotto il materasso. I problemi esistono”. Di diverso avviso il consigliere comunale Pd Maria Maltoni, che definisce l'ingresso di Sanzani un "fatto positivo per riprendere il lavoro dell'assessore Zaccarelli".

Per Paolo Bertaccini ("Con Drei per Forlì") sono state affidate a Sanzani "deleghe importanti e delicate, soprattutto per la questione Alea. Fa piacere che sia preparato e conosca l'ingranaggio e questo fa sperare in una giunta positiva". Quindi la richiesta "di attivarsi sulla questione dell'aria irrespirabile, che periodicamente si viene a ripetere nella nostra città". Mario Peruzzini (Forlì SiCura") ha accettato la scelta del sindaco, avanzando comunque dei dubbi in merito al doppio incarico: "Sarà responsabilità del sindaco se le cose non vanno, ma spero che sia una scoperta come quella di Zaccarelli". Per Paola Casara ("Noi Forlivesi") "sono stati 4 anni intensi, con tanti cambiamenti, che hanno rallentato i progetti e processi di questo comune. Hanno creato sicuramente momento di stallo. Forse era opportuno distribuire le deleghe tra assessori".

Ha concluso Sanzani: "Sapevo di venire in una situazione particolare. E' stato deciso di gestire in maniera sovracomunale il discorso dei rifiuti e quindi è importante concordare logiche con gli altri comuni. E non vedo quindi un'incompatibilità. Dovrò quindi accompagnare un percorso che è stato ben delineato dai miei predecessori. Io risponderò al sindaco Drei. E' una prorogativa. Il mio compito sarà portare a termine la partita sui rifiuti. Alea dovrà funzionare nell'interesse dei tredici comuni, in maniera autonoma, in una logica industriale ed aziendale. Questo è il compito che mi assumo e che voglio portare a termine". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il neo assessore all'Ambiente si presenta in Consiglio: "Il mio impegno prevalente sarà su Forlì"

ForlìToday è in caricamento