Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Il Pd cambia volto sotto Valentina Ancarani: dimezzati i membri della direzione

Un Pd forlivese che, terminato il congresso, rilancia la propria attività, in vista delle elezioni amministrative 2014. Informazioni snocciolate dal nuovo segretario, Valentina Ancarani

Valentina Ancarani prende il testimone di Marco Di Maio

L'8 dicembre primarie aperte a tutti gli elettori, oltre 40 seggi aperti dalle 8 alle 20, grazie all'impegno dei volontari su tutto il territorio forlivese e un Pd forlivese che, terminato il congresso, rilancia la propria attività,in vista delle elezioni amministrative 2014. Sono alcuni dei numeri e delle informazioni snocciolate dal nuovo segretario territoriale del Pd forlivese, Valentina Ancarani e dal coordinatore della Commissione territoriale per le Primarie 2013, Franco Gensini, che, assieme alla stampa, hanno fatto il punto sul Partito democratico locale, in vista delle primarie e alla luce del nuovo assetto dell'Unione territoriale forlivese.

PRIMARIE - Nel ricordare che alle Primarie potranno votare tutti i cittadini italiani e stranieri che hanno compiuto il 16° anno di età, senza bisogno di essere iscritti al Pd, versando almeno 2 euro, Ancarani commenta come “decidere oggi chi sarà il segretario del Partito democratico significa indicare la via che il Paese dovrà seguire nei prossimi giorni e nei prossimi anni. Riappropriarsi di un’etica pubblica, riacquistare fiducia nelle istituzioni, ridare ottimismo all'Italia. I giovani dovranno trovare in Italia le condizioni migliori per restare e realizzarsi, in rapporto alle competenze acquisite con studio e formazione; un Paese in cui ci si senta partecipi di un grande progetto di riscatto collettivo. In cui la scuola, la ricerca, l’innovazione, la cultura, il paesaggio siano campi su cui investire e non tagliare indiscriminatamente. Le Primarie sono uno strumento di grande innovazione che il nostro partito ha messo in campo in questi anni per coinvolgere al massimo elettori e cittadini alla partecipazione politica, basando il confronto sui contenuti”.

QUI TUTTI I SEGGI PER LE PRIMARIE DELL'8 DICEMBRE

Le Primarie dell’8 dicembre saranno aperte a tutti, dai 16 anni in su. Nel forlivese ci saranno più di 40 seggi, dislocati su tutto il territorio ed è stato spedito nei giorni scorsi un volantino dettagliato per poter individuare facilmente il seggio in cui recarsi: è anche possibile consultare il sito del partito per trovare tutte le informazioni necessarie (www.pdforli.it). Potranno votare anche gli studenti e i lavoratori non residenti, purché si registrino regolarmente entro il 6 dicembre, sul sito nazionale del Pd, o presso la sede del partito, in viale Matteotti 21/b. La sede sarà aperta dal lunedì al venerdì,dalle 8.30 alle 18.30, e il sabato dalle 8.30 alle 12.30. Potranno votare anche gli stranieri con regolare permesso di soggiorno. Il seggio sarà allestito alla sede del Partito Democratico.

Proprio in vista delle Primarie, giovedì si terrà, nella sede della Circoscrizione 1 (piazzale Foro Boario) alle 20.30, un confronto tra le tre mozioni. Interverranno, per la mozione Renzi, Luigi Marattin, assessore al Bilancio del Comune di Ferrara, per la mozione Cuperlo, Salvatore Caronna, eurodeputato del Pd, per la mozione Civati, Sara Brunori, sindaco di Castel San Pietro Terme, che saranno intervistati da giornalisti della stampa locale presentate da rappresentati regionali o nazionali, che saranno intervistati da giornalisti della stampa locale

NUOVO ASSETTO DEL PD - Altro argomento all'ordine del giorno la nuova Direzione del Pd forlivese, approvata dall’assemblea territoriale riunitasi venerdì scorso. Dimezzato il numero di componenti, che passa da 70 circa a 35 membri effettivi, nominati con il criterio della parità di genere. Questi i componenti. MEMBRI NOMINATI: Gessica Allegni, Serena Bambi, Michele Bertaccini, Valter Bielli, Lucia Bongarzone, Giovanni Bucci, Loretta Fiorentini, Luigi Folegatti, Francesca Gardini, Tatiana Gentilini, Moris Giangrasso, Gabriele Locatelli, Maria Maltoni, Giulio Marabini, Rita Marzanati, Gianluca Monti, Federico Morgagni, Maria Cristina Ravaioli, Valentina Ravaioli, Luigi Sansavini, Jimmy Valentini, Liviana Zanetti, Veronica Zanetti, Jacopo Zanotti, Paolo Zoffoli. MEMBRI DI DIRITTO: Marco Di Maio, parlamentare, Guglielmo Russo, vicepresidente Provincia, Thomas Casadei, consigliere regionale, Tiziano Alessandrini, consigliere regionale, Roberto Balzani, sindaco Forlì, Carlo Spagnoli, presidente Assemblea territoriale, Valentina Ancarani, segretario territoriale, Franco Gensini, tesoriere, Alessandra Biondi, candidato al Congresso, Mirko Betti candidato al Congresso.

È stata votata anche la nuova riorganizzazione del partito che prevede una Consulta dei segretari (di circolo e comunali), una Consulta degli amministratori, e cinque macro-aree tematiche: ‘Educazione ed Innovazione’, ‘Partecipazione’, ‘Ambiente’,’ Territorio ed Economia’, ‘Salute e Welfare’ , 'Futuro’. “Si dovrà perseguire un obiettivo di condivisione tra gli organismi – conclude Ancarani – con un ruolo di primo livello per i segretari. I circoli non devono essere più terminale dell’informazione, ma devono essere il luogo da cui parte l’analisi dei bisogni della società; in cui gli iscritti possono essere chiamati ad esprimersi su un tema dirimente per la città o il territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd cambia volto sotto Valentina Ancarani: dimezzati i membri della direzione

ForlìToday è in caricamento