Politica

Il Pd chiede a gran voce al sindaco di ripensarci: "Serve forte continuità"

Le direzioni comunale e territoriale del Pd di Forlì, riunitesi venerdì sera, esprimono assoluta solidarietà al primo cittadino Roberto Balzani e condannano con fermezza la missiva

Le direzioni comunale e territoriale del Pd di Forlì, riunitesi venerdì sera, esprimono assoluta solidarietà al primo cittadino Roberto Balzani e condannano con fermezza la missiva, diffamatoria nel contenuto, nonché inammissibile nel metodo, recapitata in tempi quantomeno sospetti al sindaco. E' stato accolto con totale consenso dei presenti l'esito delle due direzioni congiunte.

Affermano i membri delle direzioni: “Pur essendo ben consapevoli delle difficoltà proprie del ruolo di sindaco, quanto conosci delle resistenze non sempre corrette emerse nel corso degli anni, riteniamo sbagliato che un sindaco al primo mandato, distintosi fra l'altro per un progetto politico e amministrativo lungimirante, oggi più che mai legittimato dal proprio partito con la nomina in direzione nazionale, possa scegliere di rinunciare al compimento del proprio progetto. Se consideriamo inoltre l'importanza che ha avuto ed avrà il sindaco della città capoluogo all'interno di partite come l'Unione a 15 è evidente come, all'indomani delle elezioni amministrative in ben 11
comuni su 15, sarebbe più che auspicabile una forte continuità".

"Infatti, al di là del merito delle posizioni espresse dal sindaco sulla Regione, ci sono elementi locali, battaglie di civile novità messe in campo nel corso di questi anni che restano prioritarie ed indipendenti dal tipo di rapporto che si ha con l'ente regionale. Sia la gestione rifiuti volta al raggiungimento di una società post-incenerimento, che quel modo di intendere la politica e l'amministrazione, in linea con i modi e i tempi della realtà attuale, sono prospettive reali, sempre più reali, che non possiamo abbandonare a metà del cammino. L' avvio dell'Azienda unica romagnola deve essere accompagnato da una informazione puntuale ai cittadini e da un confronto strategico con le amministrazioni e i soggetti sociali del territorio", si legge nel documento.

"Il partito a livello comunale e territoriale invita pertanto il sindaco nei prossimi giorni a ritornare sui propri passi. Pur nella speranza che questo avvenga, il Pd tutto deve sin da subito
impegnarsi per porre in campo un percorso di ascolto, condivisione e progettualità avendo come punti fermi non tanto dei 'nomi' , quanto tre elementi imprescindibili: la certezza di 5 anni di politiche amministrative che vanno sostenute e perseguite tanto nel prossimo mandato quanto nei futuri appuntamenti di partito; la consapevolezza che la situazione politica è fortemente critica ed in movimento, perciò è imprescindibile fare del cambiamento, inteso come modifica dello status quo, una linea guida per ogni futuro appuntamento politico: i tempi stretti, strettissimi che impongono a tutti grande impegno e serietà”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd chiede a gran voce al sindaco di ripensarci: "Serve forte continuità"

ForlìToday è in caricamento