Il Pd: "Le priorità per la Cervese"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

A seguito dei recenti provvedimenti governativi la Provincia di Forlì-Cesena ha deciso di impiegare i fondi (circa 4.5 milioni di euro) ricevuti nel 2008 dall’Anas, al momento del trasferimento delle competenze della Cervese, per promuovere interventi sul tracciato esistente. Questa scelta, che non pregiudica l’avanzamento del progetto di ‘collegamento stradale Forlì-E55, da Carpinello a Casemurate di Ravenna’, rappresenta un’opportunità importante e probabilmente unica, visti gli ingenti tagli a cui sono costretti gli enti locali, per accelerare il progetto di messa in sicurezza del tracciato e dei quartieri della Cervese (Bagnolo, Carpinello, Pievequinta, Caserma, Casemurate di Forlì), da tempo richiesto e inserito come priorità assoluta nel documento del Circolo Pd Cervese presentato sia  all’amministrazione comunale che provinciale in data 08 luglio 2010.

Al fine di ottimizzare i tempi e i costi di realizzazione dei diversi interventi e di programmare, nel modo più proficuo possibile l’utilizzo dei fondi a disposizione, riteniamo sia necessaria una progettualità strettamente coordinata tra Comune  e Provincia, che tenga conto dei seguenti interventi: allargamento della Cervese da Bagnolo a Casemurate di Forlì con chiusura e tombinatura dei fossi, messa in sicurezza dei quartieri interessati (segnaletica, passaggi pedonali, pista ciclabile da via Costanzo II a Carpinello), e allargamento dell’innesto di via Cervese sulla rotonda di via CostanzoII.

Auspichiamo che il percorso di collaborazione avviato, già a partire dal mese di settembre, da assessorati ed uffici tecnici competenti di Provincia e Comune possa proseguire portando all’elaborazione e alla realizzazione di un progetto quanto più condiviso possibile, nell’interesse di tutti coloro che abitano e utilizzano quotidianamente questa importante arteria stradale.

 

Torna su
ForlìToday è in caricamento