Taglio dei parlamentari, Di Maio: "Ora riprendere la riforme interrotte col referendum"

Per l'esponente di Italia Viva "questo voto favorevole è un investimento sulla fiducia che si possano riprendere i temi per i quali ci siamo strenuamente battuti col referendum del 2016"

Il taglio dei parlamentari è legge. E' stata approvata riduzione del numero dei parlamentari, che scenderanno dal 630 a 400 alla Camera e da 315 a 200 al Senato. "Un taglio - spiega il deputato di Italia Viva, Marco Di Maio - che se rimanesse fine a se stesso sarebbe irricevibile perché la legge non affronta nessuno dei problemi di funzionamento delle nostre istituzioni: ma accanto a questa legge, grazie ad uno scrupoloso lavoro fatto negli ultimi giorni a cui ho avuto il piacere di contribuire, si è sottoscritto un accordo tra tutti i gruppi di maggioranza per affrontare altri punti fondamentali".

"L’accordo - prosegue Di Maio - prevede che da subito si lavori per una serie di provvedimenti che realizzano una diversa struttura del rapporto di fiducia tra governo e parlamento; una modifica dei regolamenti parlamentari; una nuova legge elettorale (che tra l’altro assicuri esatta parità di genere); una legge che assicuri il diritto di voto per i fuori sede e semplifichi quello per i 6 milioni di connazionali che vivono all’estero". Per l'esponente di Italia Viva "questo voto favorevole è un investimento sulla fiducia che si possano riprendere i temi per i quali ci siamo strenuamente battuti col referendum del 2016 e che si rivelano ogni giorno sempre più attuali". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Altro che ottobre, è "l'82 agosto": continua il caldo anomalo. E l'inverno potrebbe essere mite e avaro di piogge

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Storica gioielleria chiude dopo 73 anni, tre generazioni si sono susseguite dietro al banco

  • Festa di compleanno al ristorante con rissa finale e tavoli ribaltati tra due invitati

  • Unione, con l'uscita di Forlì quasi tutti i Comuni non avranno neanche un vigile a disposizione

Torna su
ForlìToday è in caricamento