menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il vicesindaco si indigna: "Troppi aborti a Forlì e nessuno dice nulla. Non si può accettare"

Afferma il vicesindaco di Forlì, Giancarlo Biserna. "Mi amareggia il fatto che il numero di interruzioni di gravidanze sia così alto: 203 in sette mesi"

"Leggo con piacere delle tante nascite di bambini, 769 in 7 mesi. E' questo è un forte segnale che la città è viva e vuole credere nel futuro. Questa è una ottima cosa. - afferma il vicesindaco di Forlì, Giordano Biserna - Mi amareggia invece il fatto che anche il numero di interruzioni di gravidanze  sia così alto: 203 in sette mesi. Per chi è contrario all' aborto in quanto tale, al di là di quanto prevede la legge che va rispettata sempre, questa cosa è molto grave e meriterebbe pagine di giornali come sulla prima notizia".

"So e constato che Forlì  è una delle città più virtuose nella difesa della vita e nella vicinanza alle tante situazioni e quindi le mie valutazioni sono in assoluto e non calate su singole realtà. Pensiamo, 203 aborti in 7 mesi in un Comune, quanti nei  mille Comuni? - si chiede il vicesindaco - Inoltre non voglio entrare nel merito della discussione su "quando comincia la vita". Io credo  che lo sia dal concepimento, ma il punto non è questo. Il punto è che intorno a tali fatti c' è un silenzio di fondo, una accettazione supina anche da parte di chi, cristiano o non cristiano, non vorrebbe mai vedere una donna abortire se non in casi veramente necessari  e/o di forte motivazione".

"E' questo un silenzio culturale che ormai segna la nostra civiltà dell' ex benessere, ma soprattutto segna il mondo cattolico e cristiano in genere, che pensa di avere perso la guerra, anche se fa diverse buone battaglie. Io credo che la guerra non l' abbia persa, occorre solo un pò più di coraggio politico, non per gridare e dividere, ma  per evangelizzare testimoniando", concòlude Biserna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento