menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Immigrazione, la Cgil chiede una nuova legge di cittadinanza per bimbi nati in Italia

Buona la prima: sono numerose le persone che hanno preso parte alla prima Conferenza sull'Immigrazione della Cgil di Forlì che si è svolta nel Teatro Comunale di Galeata

Buona la prima: sono numerose le persone che hanno preso parte alla prima Conferenza sull’Immigrazione della Cgil di Forlì che si è svolta nel Teatro Comunale di Galeata. Oltre agli interventi Istituzionali, si sono susseguiti diversi interventi di lavoratori e di lavoratrici che hanno contribuito a fornire uno spaccato del vissuto quotidiano su integrazione e ricadute legate al lungo e complicato periodo di crisi.

"I Governi che si sono susseguiti negli ultimi 20 anni - evidenzia la Cgil hanno ridotto le risorse economiche previste per le politiche di integrazione ritenendole inutili in quanto “aspettavamo braccia…. ma sono arrivate delle persone che abbiamo trattato come braccia”.

"La politica della Cgil - continua il sindacato -.  prende e ha sempre preso le distanze da questo approccio e vuole farsi carico dei processi di cambiamenti necessari attraverso la cancellazione della legge Bossi – Fini, il superamento del binomio esistente vincolante fra permesso di soggiorno e contratto di lavoro, la chiusura dei Centri Identificazione Espulsione (CIE); la Cgil chiede una nuova legge di cittadinanza ai bambini nati in Italia, il diritto di voto Amministrativo agli immigrati regolari, ma non solo".

"La Cgil vuole cambiare la modalità di approccio potenziando integrazione e superando i respingimenti - chiosa il sindacato -. Tutto questo attraverso politiche di welfare che rispondono ai diritti costituzionali per tutti (ad es. scuola, sanità), attraverso il riconoscimento del valore del lavoro, attraverso il rispetto dei CCNL e attraverso il riconoscimento del diritto di rappresentanza che superando “Il noi e il loro” riconosca anche una rappresentanza piena negli organismi dirigenti per garantire uguaglianza di opportunità. La Cgil di Forlì ringrazia infine "tutte le iscritte, gli iscritti e le persone che hanno contribuito alla piena riuscita della conferenza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento