rotate-mobile
Politica Bertinoro

Impianto a biogas a Fratta Terme, continua la guerra tra Provincia e Comune di Bertinoro

La provincia di Forlì-Cesena interviene nuovamente sulla diatriba relativa al progetto di centrale a biogas di Fratta Terme, per la sola volontà "di precisare alcune palesi inesattezze contenute nei comunicati del Comune di Bertinoro"

La provincia di Forlì-Cesena interviene nuovamente sulla diatriba relativa al progetto di centrale a biogas di Fratta Terme, per la sola volontà “di precisare alcune palesi inesattezze contenute nei comunicati del Comune  di Bertinoro, dimostrabili con atti alla mano. L'attività di questa amministrazione è sempre stata volta ad affermare il principio di legalità, perseguito anche portando la dovuta attenzione agli interessi delle parti coinvolte. Non vogliamo farci trascinare nel vortice di inutili e poco comprensibili polemiche, ma di procedere correttamente nei procedimenti amministrativi di competenza, i cui esiti hanno sempre tenuto conto delle sollecitazioni portate dai cittadini e dei contributi dei diversi enti”, scrive la presidenza.

“Ai tecnici dei uffici provinciali, in premessa, rinnoviamo la nostra più completa fiducia, respingendo l’accusa del Comune di Bertinoro secondo cui non sarebbero  stati in grado di dare informazioni corrette. Al contrario, hanno sempre rappresentato alla parte politica e alla cittadinanza la situazione nella sua realtà e completezza. Leggiamo che martedì mattina si terrà un presidio dei cittadini di Fratta Terme davanti alla Provincia. Incontreremo una delegazione dei cittadini stessi, che ne hanno fatto richiesta, spiegando la posizione della Provincia, se mai su tale posizione abbiano ricevuto informazioni diverse e contrastanti dal sindaco o da altri soggetti. - sottolinea la nota - E’ bene precisare, è quanto crediamo interessi prioritariamente ai cittadini, che durante tutto l’iter della Conferenza dei Servizi la massima autorità in materia di tutela della salute, vale a dire il sindaco, non ha mai sollevato alcuna obiezione sulla salubrità, ma più precisamente sulla viabilità e sull’impatto paesaggistico, obiezioni che sono state rimesse alla valutazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri. In ogni caso, valuteremo con attenzione tutti gli apporti che saranno presentati dai cittadini nella giornata di martedì”.
 
“In merito all'approvazione del RUE comunale, ribadiamo che il Comune con deliberazione di Consiglio Comunale  n. 24 del 07/05/2012 ha accolto l'osservazione di un privato tesa all'inserimento della possibilità di costruire impianti fino a 1 Megawatt di potenzialità in tutte le zone agricole del Comune. Infine, appare paradossale l'affermazione del sindaco, quando sostiene nella sua ultima e scomposta dichiarazione “che i preposti uffici provinciali hanno imposto un ulteriore biodigestore ad un allevamento zootecnico a due chilometri da Fratta Terme”, senza argomentare in merito. La verità, per completezza, è che si tratta di un allevamento esistente con un impianto aziendale da ripristinare, mentre è stato il sindaco a presentarsi alla Conferenza dei Servizi del 23/04/2014, chiedendo se vi era normativamente la possibilità di far insediare in quel sito un nuovo impianto a biogas e la risposta che ha ricevuto è che la Provincia valuta le richieste che pervengono, ma non promuove la loro presentazione”, conclude la presidenza della Provincia.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto a biogas a Fratta Terme, continua la guerra tra Provincia e Comune di Bertinoro

ForlìToday è in caricamento