menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imu sui terreni agricoli, si infiamma il dibattito. Morrone (Lega): "Inaccettabile"

Per Morrone si tratta di "un modo di agire del tutto inaccettabile e controproducente. Anziché lenire gli adempimenti fiscali del comparto agricolo, la maggioranza di Governo rincara la dose e acuisce il peso tributario in capo alle nostre aziende."

"L'Imu agricola è inaccettabile. Così si infierisce sulle aziende del territorio". Così il vice segretario nazionale della Lega Nord, Jacopo Morrone, che ha preso la parola "sull'ennesimo provvedimento del Ministero dell'Economia e delle Finanze, in fase di gestazione, che rischia di mettere a tappeto un'intera categoria produttiva. Nel mirino ci sono tutte quelle aziende agricole i cui terreni ricadono nei Comuni con un altitudine al di sotto dei 600 metri. Una follia se pensiamo ad esempio alla conformazione geografica del nostro territorio e alla vocazione prettamente agricola delle nostre campagne."

Aggiunge Morrone: "Capiamo l'imbarazzo degli onorevoli Marco Di Maio ed Enzo Lattuca e il loro tentativo di sganciarsi dalle politiche scellerate dell'esecutivo Renzi, ma fanno sorridere i loro suggerimenti nei confronti di quello stesso Governo che appoggiano e rappresentano sul territorio". Sottolinea l'esponente del Carrocchio che "la Lega Nord, unica forza di opposizione alla compagine Renzi, si è opposta fin da subito all'imposizione arbitraria dell'ennesima tassa di proprietà ingiusta (poiché i terreni fanno già parte dell'impresa) che va a colpire ulteriormente un settore già lacerato dalla crisi e dalle difficoltà strutturali nell'accesso al credito".

"Una tassa - chiosa Morrone - che colpisce sia gli agricoltori che i Comuni, ai quali verrà sottratta una percentuale variabile dei trasferimenti pubblici in proporzione al gettito fiscale derivante dall'incasso dell'Imu agricola.  Stridono quindi con l'azione di Governo le perplessità avanzate dai deputati Di Maio e Lattuca che prima spalleggiano le politiche di maggioranza e poi promuovono battaglie di resistenza a quello stesso partito che rappresentano."

"Di fronte a questo scempio e all'ennesima manovra svuota portafogli del Governo Renzi, la Lega Nord attraverso Guido Guidesi membro della V Commissione (Bilancio, Tesoro e Programmazionealla Camera presenterà entro mercoledì un'interrogazione al Ministero dell'Economia e delle Finanze per chiarire i tempi e i contenuti di un decreto fantasma che rischia di mettere in ginocchio un intero comparto produttivo". Per Morrone si tratta di "un modo di agire del tutto inaccettabile e controproducente. Anziché lenire gli adempimenti fiscali del comparto agricolo, la maggioranza di Governo rincara la dose e acuisce il peso tributario in capo alle nostre aziende."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Scroccadenti romagnoli, uno tira l'altro: la ricetta

Arredare

Cambiare il divano: ecco la guida completa e i consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento