rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica

In Consiglio comunale una mozione in ricordo di Vàclav Havel nel decennale della scomparsa

Lunedì approda al Consiglio comunale di Forlì una mozione, a ricordo di Havel, presentata dai consiglieri Elio Dogheria e Giorgio Calderoni, delle rispettive liste civiche "Forlì cambia" e "Forlì e Co"

In occasione del 73esimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti umani (10 dicembre 1948) e del decennale della scomparsa di Vàclav Havel (18 dicembre 2011), lunedì approda al Consiglio comunale di Forlì una mozione, a ricordo di Havel, presentata dai consiglieri Elio Dogheria e Giorgio Calderoni, delle rispettive liste civiche "Forlì cambia" e "Forlì e Co". Nella mozione si ripercorrono gli episodi fondamentali della ventennale battaglia di libertà dello scrittore cecoslovacco contro il "sistema post totalitario", come da lui definito, al potere nel suo paese: dal documento Charta 77 alla fondazione del Forum civico alla “rivoluzione di velluto” all’elezione a presidente della Repubblica nel dicembre 1989, all’indomani della caduta del muro di Berlino.

Di quella battaglia l’emblema è il suo libro-manifesto, Il potere dei senza potere che raccoglie le memorie scritte su carta velina nei quattro anni e mezzo di carcere dal maggio 1978 al febbraio 1983, nelle quali si manifesta tutto il suo pensiero di “intellettuale laico dall’anima naturalmente cristiana”, condensato nel suo motto "vivere nella verità". La mozione ricorda come la conoscenza in Italia e in Europa de “Il potere dei senza potere” si debba all’opera meritoria della casa editrice forlivese Centro Studi Europa Orientale (Cseo) di Don Francesco Ricci che pubblicò nel 1979 la prima edizione del testo in occidente. Infine, la mozione impegna il sindaco e la Giunta, a fare memoria - con opportune iniziative rivolte, in primo luogo, alle giovani generazioni e al mondo della scuola - dell’eredità storica, umana e civile di Vàclav Havel, riconoscendo il profondo legame che si è creato con la città di Forlì grazie alla preziosa opera del Centro Studi Europa Orientale fondato da Don Ricci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Consiglio comunale una mozione in ricordo di Vàclav Havel nel decennale della scomparsa

ForlìToday è in caricamento