menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aviaria, Di Maio (Pd) incalza il ministro della Salute: "Subito misure per affrontare l'emergenza"

Nel testo si fa presente che in Emilia-Romagna sono localizzati oltre 300 allevamenti avicoli da carne e circa 150 da uova. Circa il 60% della produzione dell’Emilia-Romagna è concentrata nella Provincia di Forli-Cesena

Incalza il ministro della sanità, Beatrice Lorenzin, l’interrogazione firmata anche dal deputato forlivese, Marco Di Maio, che assieme ad altri parlamentari tra cui il cesenate Enzo Lattuca (primo firmatario) ha depositato un quesito in cui si chiede al ministro “quali iniziative intende porre in essere il superamento dei vincoli restrittivi sulle zone non interessate dai provvedimenti comunitari”.

Nel testo si chiede che il ministro intervenga “eliminando - come per altro richiesto dalla regione Emilia Romagna - i vincoli di spostamento degli animali e di commercializzazione che impediscono di valicare i confini regionali”. Accanto a questo, si chiede anche “quali misure economiche sono allo studio per sostenere la filiera avicola dell’Emilia-Romagna”.

Nel testo si fa presente che in Emilia-Romagna sono localizzati oltre 300 allevamenti avicoli da carne e circa 150 da uova. Circa il 60% della produzione dell’Emilia-Romagna è concentrata nella Provincia di Forli-Cesena. Un comparto che complessivamente ammonta ad oltre 600 milioni di Euro di giro d’affari a livello regionale e, considerando anche la lavorazione e trasformazione, l’intera filiera avicola supera il miliardo e mezzo di euro di valore a cui si aggiunge un indotto di pari dimensione. Insomma un pezzo fondamentale per l’economia regionale e locale.

Nel testo firmato dal deputato Marco Di Maio, si evidenzia la necessità di attivare le misure economiche utili per sostenere l’intera filiera su tutto il territorio della regione Emilia-Romagna, “quali l’indennizzo per i capi abbattuti e rimborso delle spese sanitarie sostenute ai fini della prevenzione dell'influenza aviaria e gli interventi per favorire la ripresa dell’attività produttiva delle imprese agricole nonché delle cooperative e delle imprese di lavorazione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e delle organizzazioni dei produttori riconosciute, ricadenti nelle zone delimitate”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento