rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

L'appello di 40 tra associazioni e sindacati: "Nessuna pace sulla persecuzione del popolo palestinese"

"Nessuna pace può essere edificata sulla persecuzione di un intero popolo, sull’occupazione militare, l’arbitrio, gli abusi, la sopraffazione, l’umiliazione, le deportazioni, l’apartheid"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Seguiamo con attenzione e preoccupazione quello che sta accadendo in Palestina in particolare nella zona di Gerusalemme Est. Nel condannare ogni forma di violenza aderiamo convintamente all’Appello lanciato dalla Tavola della Pace e diciamo in modo molto chiaro che c’è solo un modo per mettere fine alle terribili violenze che stanno insanguinando Gerusalemme e la Terra Santa: riconoscere ai palestinesi la stessa dignità, la stessa libertà e gli stessi diritti che riconosciamo agli israeliani.

Nessuna pace può essere edificata sulla persecuzione di un intero popolo, sull’occupazione militare, l’arbitrio, gli abusi, la sopraffazione, l’umiliazione, le deportazioni, l’apartheid, la continua violazione di tutti i fondamentali diritti umani. Non basta invocare la fine delle violenze. Non c’è e non ci sarà mai pace senza giustizia. Rinnoviamo, ancora una volta, il nostro accorato appello a tutti i responsabili della politica nazionale, europea e internazionale perché intervengano energicamente per far rispettare il diritto internazionale dei diritti umani, la legalità internazionale e le risoluzioni delle Nazioni Unite.

Le associazioni della Provincia di Forlì -Cesena firmatarie di questo documento si riconoscono in questo appello e nel ribadire il valore della Pace, esprimono solidarietà alle famiglie delle vittime e chiedono alle istituzioni del nostro territorio e alla società civile di unirsi sottoscrivendo l’Appello della Tavola della Pace per chiedere la fine delle violenze e riconoscere pieni diritti e dignità al popolo Palestinese, solo così si potrà mettere fine ad un conflitto che dura da decenni. Seguiremo con attenzione l'evolversi della situazione anche definendo momenti di partecipazione e riflessione, e nel caso non cessino le violenze chiediamo alla società civile e alle Istituzioni di unirsi in mobilitazione.


6000 Sardine Rimini
Acli Forli Cesena
Anpi Forli
Anpi Forli Cesena
Anpi Forlimpopoli
Arci Cesena
Arci Forli
Ass.Barcobaleno Forlimpopoli
Associazione Luciano Lama
Associazione Voce Donna

Auser Cesena
Auser Forli Odv
Centro Per La Pace Di Cesena
Centro Per La Pace Di Forli
Cgil Cesena
Cgil Forli
Cgil Rimini
Comunita Palestinese Emilia Romagna
Coord. Libera Forli Cesena
Coordinamento Democrazia Costituzionale Emilia Romagna
Emergency Forli-Cesena
Emergency Ravenna
Federconsumatori Forli -CESENA Aps
Federconsumatori Rimini
Forli Città Aperta
Forum Delle Donne Forli
La Parola
Liberta E Giustizia Rimini
Magistratura Democratica
Manifesto Contro L’odio E L’ignoranza
Messaggeri Del Mondo
Presidio Libera Forli Placido Rizzotto
Presidio Libera Forlimpopoli
Rete Studenti Medi Forli
Rimini Umana
Tavolo Permanente Delle Associazioni Contro La Violenza Sulle
Donne - Forli
Uaar Forli Cesena
Udi Forli
Un Secco No
Vite In Transito

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello di 40 tra associazioni e sindacati: "Nessuna pace sulla persecuzione del popolo palestinese"

ForlìToday è in caricamento