menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L’artista Idilio Galeotti crea un'onda di sardine in ceramica che forma i colori dell’arcobaleno

"Pur rispettando ogni forma diversa di pensiero - dice Idilio Galeotti - ho sempre pensato che ogni persona debba battersi per ciò che crede"

Al momento sono circa 300 le sardine in ceramica create dall’artista Idilio Galeotti, e che messe insieme creano i colori dell’arcobaleno e che diventano spille da appendersi come riconoscibilità a favore del nuovo movimento. "Pur rispettando ogni forma diversa di pensiero - dice Idilio Galeotti - ho sempre pensato che ogni persona debba battersi per ciò che crede, mi preoccupa molto di più l’indifferenza, il non esprimersi, l’essere apatici a quello che accade a noi stessi e nel Paese. Ho trovato entusiasmante che un gruppo di giovani, non condividendo alcuni aspetti della politica attuale, hanno saputo unirsi e organizzare un movimento così partecipato, con tanto entusiasmo, non violento, anzi con la tanta voglia di partecipare, manifestando con il sorriso nei volti".

Prosegue Galeotti: "Questo, indipendentemente dal legittimo pensiero di ognuno, da speranza e fa capire che spesso questi movimenti sono molto più avanti della politica tradizionale, nel sapersi relazionare con l’esterno e creare questa aggregazione di migliaia di persone che si ritrovano in varie piazze del nostro Paese. Inoltre ho deciso di schierarmi come persona e a maggior ragione in quanto artista, tempo fa, rimasi colpito dalla scritta posta nella parete del teatro Massimo a Palermo, che recita "L’arte rinnova i popoli e ne rileva la vita, vano delle scene è il diletto ove non miri a migliorar l’avvenire”. Nella mia arte, ho sempre cercato di affrontare i temi sociali, come l’ambiente, o come la parte sociologica dell’individuo che si batte per recuperare certi valori, per la solidarietà, contro l’arroganza, la prepotenza di un sistema che vuole portare uno contro l’altro, verso l’omologazione piatta dell’individuo".

Conclude Galeotti: "Io credo invece nella bellezza delle diversità delle persone, ognuno è diverso (per fortuna), ma proprio mettendo insieme queste diversità con armonia e cultura, si può realmente migliorare il mondo in cui viviamo. Quindi esprimiamoci, in un modo o nell’altro, ma facciamolo con quell’armonia e quella gioia di partecipare che questo movimento ci sta insegnando. Se a qualcuno interessano le spille delle sardine, può contattarmi, sono a disposizione di chi vuole averle per ricordare o riconoscersi in questo movimento pacifico e di protesta a un determinato modo di fare politica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento