Politica

L'esito dei lavori del nono Congresso di Rifondazione Comunista

"Il PRC è contro le politiche di austerità imposte da questa Unione Europea liberista e ademocratica e pone al centro della propria azione le politiche per il lavoro, le quali passano inevitabilmente dalla ridistribuzione della ricchezza e dalla riconversione ecologica e sociale dell’economia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

"Il IX Congresso di Rifondazione Comunista si è concluso decidendo una linea politica netta ed inequivocabile. Il PRC è contro le politiche di austerità imposte da questa Unione Europea liberista e ademocratica e pone al centro della propria azione le politiche per il lavoro, le quali passano inevitabilmente dalla ridistribuzione della ricchezza e dalla riconversione ecologica e sociale dell’economia. Allo stesso tempo, Rifondazione Comunista, si farà promotrice di un processo costituente, dal basso e democratico, della sinistra di alternativa, che sappia costruire l’alternativa al governo Letta e al Partito Democratico diventato ormai esplicitamente un partito centrista senza più nessun riferimento al mondo del lavoro. Un’importante riconoscimento è arrivato anche al lavoro che le compagne e i compagni del partito hanno svolto sul nostro territorio, è stato eletto, infatti, nel Comitato Politico Nazionale, il nostro Segretario federale, il compagno Nicola Candido".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'esito dei lavori del nono Congresso di Rifondazione Comunista

ForlìToday è in caricamento