Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

L'ex consigliere comunale Wanda Burnacci: "Forza Italia è un movimento indispensabile per il centrodestra"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

"In Forza Italia, a Forlì, ci sono state tante fughe, tra cui le ultime, quelle di Fabrizio Ragni, Marco Catalano (consigliere comunale) e, più di recente, di Luca Bartolini. Mi dispiace: nonostante le differenze ideologiche e culturali, avremmo potuto continuare a collaborare, in un partito pluralista, democratico e liberale come Forza Italia. So che Ragni, Catalano e Bartolini hanno delle aspettative, che verranno deluse. In Forza Italia, come molti dirigenti periferici, Ragni, Catalano e Bartolini hanno avuto il torto di non credere alla validità e alla forza della rete degli attivisti e dei simpatizzanti, alla “carne reale” di Forza Italia. Hanno rinfacciato ai dirigenti nazionali e regionali responsabilità, che sono anche vere, ma che spesso diventano alibi per le mancate iniziative locali.

Da tempo, Forza Italia, a Forlì, subisce emorragie continue, da Morrone ai seguaci di Alfano, dalla Bertaccini alla Carpi: persone che, migrate in altre forze di centro-destra, si sono "schiantate”, e non hanno ricevuto nessuna valorizzazione. L’unico fuoriuscito che detiene un ruolo importante è Morrone ( Lega ), che però deve le sue fortune principalmente al forte sostegno dell’Avv. Fusconi, il vero costruttore della Lega a Forlì. Forza Italia ha patito l’attacco predatorio dell’onorevole Bignami, spregiudicato ma abilissimo, che deliberatamente è venuto a farsi eleggere a Forlì  quando il bacino elettorale di Forza Italia era forte, e poi se ne è andato con il maltolto: continua a far danni e tiene sotto attacco progressivo Forza Italia. Nonostante gli attacchi e le defezioni, Forza Italia tuttavia resterà in vita. Se non ci fosse nel centro-destra una forza pluralistica, di impianto liberale e cattolico, bisognerebbe crearla.

La Meloni e Salvini possono credere che la loro crescita corrisponda alla vittoria del centro-destra; tuttavia senza Forza Italia o con una Forza Italia indebolita, non vinceranno. Come è stato con Bossi e Fini, Forza Italia è imprescindibile, fondata nel cuore libertario e liberale degli Italiani. Oggi a Forlì è coordinatore Cassio Mignani, una brava persona, che troverà giusti sostegni. Opererà Massimo Viroli in un ruolo provinciale importante. E per le donne Daniela Giari è rappresentativa di un bel modo di essere. Ad essi si aggiungono tutti gli amministratori comunali e provinciali, nonché la nostra parlamentare. Io sono vecchia e paziente: vedró giorni politici migliori per Forza Italia e, automaticamente, per l’Italia tutta".

Vanda Burnacci aderente a Forza Italia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex consigliere comunale Wanda Burnacci: "Forza Italia è un movimento indispensabile per il centrodestra"

ForlìToday è in caricamento