menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori al Campus, Rifondazione: "Ritardi inaccettabili"

""Apprendiamo con incredulità che il termine dei lavori al Campus universitario di Forlì è stato rimandato al 2018 quando i lavori si sarebbero dovuti concludere già nel 2008"

Sulla protesta degli studenti universitari della sigla dell'Udu, per i ritardi nei lavori del Campus arriva: “Apprendiamo con incredulità che il termine dei lavori al Campus universitario di Forlì è stato rimandato al 2018 quando i lavori si sarebbero dovuti concludere già nel 2008. Un differimento vergognoso arrivato dopo una lunga serie di rinvii.”

Il Comune tuttavia, ha precisato che i tempi di consegna saranno rispettati, e che la data del 2018 è per un nuovo troncone di lavori. Attacca Federici: “Ma il Comune non voleva investire sull’Università? Purtroppo, però, dobbiamo constatare che la politica di questa Amministrazione è del tutto inconcludente e si limita a “fare festa” invece di risolvere concretamente i problemi della città, così sta avvenendo per il centro storico così per l’Università, si fa festa invece di adoperarsi con l’Università e tramite Serinar, di cui il Comune di Forli detiene un’importante quota azionaria, per accelerare i lavori del Campus. Del resto si è preferito spendere, e sperperare, più di 10 milioni di euro nell’aeroporto anziché investirli su un progetto innovativo di città e di centro storico, in cui l’Università e la cultura avrebbero potuto esserne il perno”.

E ancora Rifondazione: “Il Sindaco Balzani e la sua Amministrazione avevano promesso una svolta e l’utilizzo delle risorse in campi strategici come quello della conoscenza, ma si sono limitati a roboanti annunci che nella realtà non hanno portato a nulla. In questi anni, infatti, vi sono stati solo cospicui tagli alla cultura e la realizzazione di un progetto come ATRIUM che esalta il periodo fascista. Perciò sosteniamo la protesta, giusta e quanto mai necessaria, dell’Unione degli Universitari ed invitiamo tutti gli studenti e i cittadini ad unirsi alla loro iniziativa per boicottare l’ennesima festa che vorrebbe nascondere i problemi anziché risolverli”.

Infine l'annuncio di un presidio che si terrà alle 18 del 15 ottobre, in concomitanza con l'”AlmaFest”, davanti al Padiglione Melandri in Piazzale Solieri n. 1.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento