menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le imprese migrano, Gagliardi (Pdl): "Forlì, terra di Romagna, terra di nessuno"

Il capogruppo in consiglio provinciale del Pdl, Stefano Gagliardi, evidenzia tutto il suo rammarico per le sorti delle aziende forlivesi destinati a migrare all'estero.

"Forlì, terra di Romagna, terra di nessuno. Dopo i clamorosi fallimenti di Sapro e dell'Aeroporto, ecco che sono le aziende, gioielli per il nostro territorio e fonte di reddito per tante famiglie, a trasferirsi altrove, impoverendo sempre più il suolo forlivese". Il capogruppo in consiglio provinciale del Pdl, Stefano Gagliardi, evidenzia tutto il suo rammarico per le sorti delle aziende forlivesi destinate a migrare dalla città mercuriale.

"Sembra così, dopo che un'altra azienda del forlivese, la Dometic, lascia il territorio per spostarsi all'estero, e dopo che la Ferretti pare non abbia alcuna intenzione di investire nell'area Ronco e comunica invece lo spostamento anche dell'ufficio acquisti nelle Marche - afferma l'esponente del centrodestra -. Il tutto pare avvenga  nel silenzio generale, impotenti i sindacati, assenti le istituzioni e tutto il resto. Ma ciò accade per non sufficienti capacità o per scarsa attenzione, oppure mi sbaglio?".

"Possibile che solo in campagna elettorale ci si rivolga ai cittadini con la sensazione che a qualcuno stia a cuore la sopravvivenza di Forlì? - si chiede Gagliardi -. Perché non siamo più un territorio appetibile? Perché le aziende fuggono, non solo per andare all’estero ma anche nella stessa Italia? Perché chi ancora oggi vorrebbe – potrebbe investire viene disincentivato da una cascata di norme, che in tanti casi sembrano fatte più per produrre carta che reali benefici,  e che a cascata scendono dalla Regione per finire ai Comuni?".

"Certo, la crisi mondiale ha colpito tutti e tutto, ma le nostre istituzioni sono sicure di aver fatto quanto possibile per trattenere, aiutare, incentivare le aziende, grandi e piccole che siano, a rimanere ed a produrre nel nostro territorio? - continua a chiedere il consigliere provinciale -. Da quel che accade temo proprio di no".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento