Le "sardine" forlivesi pronte per la manifestazione in Piazza Saffi: "Niente partiti, solo voglia di stare assieme"

Scrive Silvia Bartoletti, una del coordinatrici della pagina Facebook "Sardine di Forlì - #ForlìSiSlega": "È arrivato il momento di alzarsi e dire "basta" prima che sia troppo tardi"

Nella foto di Massimo Argnani le sardine a Ravenna

Le "sardine" di Forlì si preparano a scendere in piazza. L'appuntamento è fissato per giovedì sera, con ritrovo in Piazza Saffi alle 19. Scrive Silvia Bartoletti, una del coordinatrici della pagina Facebook "Sardine di Forlì - #ForlìSiSlega": "È arrivato il momento di alzarsi e dire "basta" prima che sia troppo tardi. Dobbiamo ritornare a guardare gli altri con il sorriso e non con la paura di dire una parola fuori posto o perché considerati "diversi". L'idea è quella di riempire le piazze per dire basta a questo clima di odio, basta alle discriminazioni, basta alle paure fondate da altri e sì alla cultura, sì alla solidarietà, sì ai diritti, sì alla giustizia sociale".

Tra le raccomandanzioni "niente bandiere, niente partiti, niente insulti, ma solo tanta creatività e voglia di stare assieme". E ancora: "Sarebbe bello che le sardine che "porteremo a nuotare" siano create partendo da carta-cartone riciclato. Magari potete farne qualcuna in più, da condividere con chi ne sarà sprovvisto". In caso di pioggia, viene evidenziato, "ci saremo lo stesso". Per le sardine in trasferta dalle zone del Savio, il ritrovo è alle 18 davanti alla stazione di Cesena, per poi fluire verso Forlì con il treno delle 18:19. Per informazioni e per seguire l’evento su Facebook gruppo “Sardine di Forlì - #ForliSiSlega” e “Le Sardine - Cesena non ha paura”.

Le "sardine" a livello regionale sono nate da un'idea di quattro ragazzi che hanno deciso di sfidare il leader della Lega Nord Matteo Salvini, che il 14 novembre a Bologna ha lanciato la candidatura di Lucia Borgonzoni alla presidenza della Regione Emilia-Romagna, organizzando una contro-manifestazione pacifica e riuscendo a portare in piazza Maggiore più di 15mila persone. Da lì le sardine non si sono più fermate e anche in altre città hanno iniziato a organizzarsi dei gruppi per protestare contro la presenza di Salvini. Giovedì scorso si sono riunite anche a Ravenna

Nella foto di Massimo Argnani le sardine a Ravenna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Elezioni, i programmi a confronto in 7 domande uguali per 7 candidati: queste le loro priorità e proposte

Torna su
ForlìToday è in caricamento