rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Politica

Legge regionale sul gioco d'azzardo, "Forlì attiva subito le azioni previste"

E' quanto sottolineano il vicesindaco con delega alla LegalitàGiancarlo Biserna e gli assessori Maria Maltoni (Sviluppo Economico) e Valentina Ravaioli (Politiche Giovanili).

L'approvazione della legge della Regione Emilia Romagna per contrastare il gioco d'azzardo "è senza dubbio una buona notizia anche per i Comuni che, come quello di Forlì, sono da tempo impegnati su questo tema". E' quanto sottolineano il vicesindaco con delega alla LegalitàGiancarlo Biserna e gli assessori Maria Maltoni (Sviluppo Economico) e Valentina Ravaioli (Politiche Giovanili).

Gli amministratori ricordano come il "Comune ha dato vita, in collaborazione con l'Università di Bologna - Campus di Forlì, ad un Osservatorio sulla Legalità che si è occupato, tra le varie ricerche, nel suo primo anno di vita , proprio del gioco d'azzardo in città, ponendo l'attenzione sulla diffusione di slot e videolottery, non solo nelle sale giochi ma anche negli esercizi commerciali, quali bar e tabaccherie, analizzando dati e conseguenze relative al fenomeno".

"Il Comune di Forlì ha, inoltre, recentemente introdotto una modifica di carattere urbanistico per limitare e rendere possibile solo in alcune zone l'insediamento di sale giochi e videolottery - continuano Biserna, Maltoni e Ravaioli -. Il nuovo quadro normativo regionale interviene fortemente sul tema della prevenzione, questione rilevante, in particolare verso i giovanissimi, sottolineando la necessità di un cambiamento culturale sull'argomento, al fine di evidenziare i pericoli del gioco compulsivo, una vera e propria patologia che crea dipendenza al pari dell'alcool e della droga".

Vicesindaco e assessore prometto che "ci attiveremo da subito anche nei confronti delle categorie economiche, per promuovere il marchio "SlotfreeE-R" , per valorizzare le attività che sceglieranno di attivare percorsi di formazione per il proprio personale e non puntare su un settore che porta danni così rilevanti alla comunità, riducendo inoltre il potere d'acquisto delle famiglie in altri ambiti".

Quindi concludono esprimento un "plauso alla Regione per questa scelta, sottolineiamo l'esigenza di arrivare ad una normativa nazionale in materia ed auspichiamo che la Regione stessa possa farsene portavoce, per poter affrontare in modo organico ed efficace questo problema, in tutti i suoi aspetti, compreso il gioco on-line, in continua espansione, anche tra gli adolescenti ed i ragazzi.”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge regionale sul gioco d'azzardo, "Forlì attiva subito le azioni previste"

ForlìToday è in caricamento