Politica

'Punizioni' per chi ostacola il gioco d'azzardo, Pasini (Udc): "Una vergogna"

E' durissimo il commento di Andrea Pasini, consigliere comunale e segretario provinciale Udc in merito all'approvazione in Senato dell'emendamento n. 1150 alla Legge di stabilità

“E' un'autentica vergogna, un atto di gravità inaudita che, se non cancellato, peserà sulla credibilità del governo e della classe politica che lo ha votato”. Durissimo il commento di Andrea Pasini, consigliere comunale e segretario provinciale Udc in merito all'approvazione in Senato dell'emendamento n. 1150 alla Legge di stabilità. L'emendamento prevede una penalizzazione per le Regione e gli Enti Locali che attueranno norme per limitare la penetrazione del gioco d'azzardo nei loro territori e, dunque, faranno incassare meno soldi allo Stato. In sostanza tutti quei comuni virtuosi, che hanno deciso di ridurre la presenza di slot machine, video lottery e sale giochi, vedranno ridotti i trasferimenti dallo Stato in pari misura alla diminuzione di entrate fiscali causate dalla lotta al gioco d'azzardo.

“Si tratta di un vulnus alla sensibilità di tutti coloro, politici e semplici cittadini, che considerano il gioco d'azzardo come una piaga sociale e come tale da combattere e limitare – sostiene Pasini – Non è possibile che si lasci campo libero all'imperversare di nuove sale giochi e si contraddica in modo palese la legge di iniziativa popolare che in questi giorni è possibile firmare presso molti Comuni. Una legge che vuole concedere più potere agli enti locali al momento in cui dovranno rilasciare licenze per nuove slot o video lottery, nella speranza di porre un freno al dilagare di una vera piaga sociale, visto che stime al ribasso indicano in oltre 3 milioni e mezzo il numero dei giocatori in Italia. Cifre allarmanti che indicano ancor di più la follia legislativa che si è manifestata in Senato, dove anziché farsi carico di arginare il fenomeno e salvare dalla disperazione intere famiglie si guarda con interesse solo ai 125 miliardi di euro giocato ogni anno. Personalmente – conclude Pasini – non posso tacere di fronte a questa atto sconsiderato e mi farò carico personalmente di esprimere tutto il mio dissenso a Roma, presso i vertici del mio partito che pure ha votato l'emendamento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Punizioni' per chi ostacola il gioco d'azzardo, Pasini (Udc): "Una vergogna"

ForlìToday è in caricamento