Venerdì, 19 Luglio 2024
Giunta Zattini

Lettera delle associazioni rosa al sindaco Zattini: "Donne in giunta, sia rispettata la quota paritaria"

"Chiediamo di dare pronta e celere attuazione al “Piano per l'uguaglianza” inserito nel programma elettorale di coalizione e di lavorare alla realizzazione del “bilancio di genere”", sottolineano in una lettera

"Chiediamo il rispetto della quota paritaria di presenza delle donne nella giunta comunale e negli organismi delle aziende partecipate dal Comune". Così in una lettera congiunta al sindaco Gian Luca Zattini il Forum delle Donne di Forlì, òa Cgil Forlì-Cesena, l'Udi - Unione donne in Italia, Forlì, il Tavolo Permanente delle Associazioni contro la violenza alle donne di Forlì, l'associazione Vocedonna e l'associazione Women.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Esordisce la missiva: "Si è concluso un lungo e complesso periodo durante il quale il confronto democratico è stato vivace, a tratti difficile, ma ci auguriamo che saremo tutte e tutti in grado di trasformarlo in un patrimonio di esperienza per la crescita culturale e
politica di questa comunità. Nella premessa alla strategia nazionale per la parità di genere 2021-2026 si legge che “La parità di genere è uno straordinario motore di crescita e uno dei capisaldi più rilevanti e urgenti dell’agenda di sviluppo e progresso dei Paesi: le Nazioni Unite hanno indicato la Gender Equality come uno dei 17 Sustainable Development Goals (SDGs) per il 2030, l’Unione Europea ha promosso uno Strategic Engagement sulla Gender Equality per il triennio 2016-19 e una nuova Strategia per il quinquennio 2020-2025.” Abbiamo deciso di scrivere questa lettera perché in questa città esiste una comunità che lavora per contribuire a perseguire questo risultato".

"Come gruppo di associazioni di donne o come realtà rappresentative del territorio desideriamo agire per il necessario cambiamento culturale e per rimuovere ogni ostacolo al riconoscimento del ruolo delle donne nella società, oltre a
difendere i diritti di autodeterminazione femminile, in particolare il diritto all’aborto - continua la missiva -. Chiediamo che il sindaco, che presiede la Conferenza sociale e sanitaria, sia sempre garante della applicazione della legge 194, ovvero della possibilità dell’Ivg in ospedale, pur nel rispetto dell'obiezione di coscienza, e che a tutela di questo diritto fondamentale si opponga all'ingresso nei consultori di associazioni che agiscano condizionamenti colpevolizzanti per le donne, preservando gli spazi dedicati alla salute e alla decisione autonoma delle donne e lavorando per incrementare le attività di informazione e prevenzione, prevedendo a questo fine maggior sostegno ai consultori".

"Chiediamo il rispetto della quota paritaria di presenza delle donne nella giunta comunale e negli organismi delle aziende partecipate dal Comune - prosegue la lettera -. Chiediamo di dare pronta e celere attuazione al “Piano per l'uguaglianza” inserito nel programma elettorale di coalizione e di lavorare alla realizzazione del “bilancio di genere” unitamente alla valutazione dell’impatto delle politiche pubbliche sulla condizione di vita delle donne, aumentando le risorse in bilancio, dando seguito ad un’azione politica che nei cinque anni passati ha riconosciuto il valore del Centro donna. Per i prossimi cinque anni chiediamo di
rafforzare e rendere il Centro donna uno spazio sempre più aperto a disposizione delle donne e delle diverse soggettività
della cittadinanza. Chiediamo di sviluppare azioni a contrasto di discriminazioni, violenza di genere e omo-bi-transfobica. Chiediamo di sviluppare servizi e politiche per contrastare la fragilità sociale delle donne, in particolare delle donne
migranti, e per rendere possibile un vero cambiamento socio-culturale in cui le donne diventino protagoniste. A questo proposito siamo a sollecitare un forte impegno propositivo della Commissione Pari Opportunità auspicando un costante dialogo con le realtà di rappresentanza e associazioni territoriali".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettera delle associazioni rosa al sindaco Zattini: "Donne in giunta, sia rispettata la quota paritaria"
ForlìToday è in caricamento