rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Consiglio comunale / Castrocaro Terme e Terra del Sole

Liberazione di Castrocaro e il manifesto Anpi, il sindaco: "Vogliamo lavorare per i valori trasversali"

Mercoledì di Consiglio Comunale a Castrocaro: aggiornamenti su Terme e agricoltura

Mercoledì è tornato a riunirsi il Consiglio comunale di Castrocaro Terme e Terra del Sole. Fra le comunicazioni del sindaco Francesco Billi il rinnovo delle cariche del Consiglio Comunale dei Ragazzi, avvenuto nella stessa mattinata, con la nuova Prima Cittadina dei giovani, Camilla Valli, subentrata a Pietro Maria Piazza. "Un'esperienza che permette di vivere l'educazione civica in prima persona", ha precisato Billi, ringraziando ilsindaco dei Ragazzi uscente e augurando un buon lavoro alla giovane collega entrante.

Agricoltura

Di seguito è stata rendicontata l'assemblea del settore agricolo locale, svoltasi a Terra del Sole il 24 novembre, incentrata sulle soluzioni percorribili per potenziare l'approvigionamento utile all'irrigazione agricola. "L'incontro è stato partecipatissimo, a dimostrazione dell'importanza del tema - spiega il sindaco -. L'amministrazione intende proseguire su questa strada, assicurando la massima disponibilità per affrontare una sfida determinante per le sorti economiche e ambientali del territorio".

Terme

In chiusura delle comunicazioni la parola è passata alla vicesindaco Silvia Zoli con delega al termalismo, per un aggiornamento sulla partecipazione del Comune alla società termale: "Abbiamo trasmesso alla società Terme di Castrocaro Spa la richiesta di liquidazione delle nostre quote di partecipazione, così come stabilito dalla legge che ci impone la dismissione. La stessa procedura è già stata avviata da Regione e Provincia".

Liberazione di Castrocaro

Al punto 3 dell'Ordine del Giorno l'interrogazione del Gruppo Consiliare Pd sulla mancata adesione dell'amministrazione all'iniziativa promossa da Anpi in occasione dell'11 novembre, giorno della liberazione di Castrocaro e Terra del Sole. Questa la risposta del sindaco: "Ringrazio la consigliera Campacci per darmi l'opportunità di spiegare quanto avvenuto. Premetto che l'avversione a qualsiasi regime, compreso quello nazifascista, fa parte della cultura istituzionale mia e di chiunque si trovi in quest'aula: del resto l'interesse stesso che tutti noi stiamo dedicando alla comunità rappresenta già una testimonianza di civismo rispettoso dei valori fondamentali della Repubblica. Sul caso specifico nessuna polemica: non mi risulta siano state avanzate richieste al protocollo di questo Comune per l'utilizzo dello stemma comunale che non può essere ceduto in maniera esclusiva, ma è soggetto al patrocinio. Così come quando si organizza una celebrazione sarebbe opportuno almeno comunicarlo, anche per questioni di pubblica sicurezza. Resta la totale disponibilità a ragionare sull'agenda istituzionale coinvolgendo i Capigruppo e le associazioni coinvolte, al fine di lavorare insieme per la trasmissione di valori trasversali con i metodi e i tempi necessari, evitando futuri fraintendimenti".

Cibo sintetico

Oltre alle variazioni funzionali a garantire gli equilibri di bilancio e la prosecuzione delle attività dell'ente, durante il Consiglio Comunale è stato approvato con i voti della maggioranza e della Capogruppo Pd, con l'astensione dei due consiglieri presenti di "Insieme per Crescere" Piazza e Minati, l'Ordine del Giorno a sostegno di iniziative di sensibilizzazione contro il cibo sintetico. "Dobbiamo tutelare la salute dei consumatori e la nostra economia agricola - ha commentato il consigliere Maraldi delegato all'agricoltura -. Non possiamo permetterci che operazioni spregiudicate di marketing diventi una minaccia alla biodiversità e alle produzioni d'eccellenza che caratterizzano in particolare la Romagna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liberazione di Castrocaro e il manifesto Anpi, il sindaco: "Vogliamo lavorare per i valori trasversali"

ForlìToday è in caricamento