rotate-mobile
Politica

"Libere D": iniziativa contro la violenza sulle donne

L'iniziativa "Libere D", che si svolgerà mercoledì alle ore 20,30 nella Sala Santa Caterina

I coordinamenti femminili di Cgil Forlì, Cisl Romagna, Uil Forlì, insieme a Udi Forlì – Archivio Udi Forlì Cesena, in collaborazione con l'assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Forlì e alla Consigliera di Parità, hanno organizzato l'iniziativa "Libere D", che si svolgerà mercoledì alle ore 20,30 nella Sala Santa Caterina, in via Romanello 2. Interverranno l'assessore Elisa Giovannetti, la consigliera Carla Castellucci, la responsabile del Centro Donna Giulia Civelli e il referente scientifico Ctm (Centro Trattamento Uomini Maltrattanti) Daniele Vasari, intrattenuti dagli interventi del poeta attore Roberto Mercadini

"L'evento realizzato in occasione della Giornata internazionale Onu contro la violenza sulle donne, porrà l'attenzione su come tale preoccupante problema, si manifesti in forme sempre diverse che vanno dall'efferatezza dei femminicidi alle modalità meno eclatanti (ma non per questo sottovalutabili) come la discriminazione e le molestie nei luoghi di lavoro - esordiscono i sindacati -. Sappiamo infatti che il lavoro è il principale obiettivo attraverso cui si realizza quel riconoscimento sociale che porta all’autodeterminazione".

"L'accesso al lavoro è infatti ancora oggi precluso a molte donne che seppur qualificate e formate professionalmente al pari o meglio degli uomini non riescono ad accedervi - proseguono Cgil, Cisl e Uil e Udi -. Si relegano così le donne all'ambito domestico e di cura che, mentre in altri paesi sono valorizzati e partecipi di tutta l'economia famigliare, da noi è ancora un ruolo senza tutele. Il tutto aggravato da un'esponenziale crescita dei maltrattamenti famigliari e da una spirale di violenza che si è abbattuta sulle donne come una scure che tende a limitare il nostro agire e la nostra libertà personale. Ma di questi “eventi collaterali” si conosce solo la punta incelabile di un fenomeno in continua crescita che è messo a conoscenza solo quando sfocia in episodi di cronaca nera e diventa quindi tragedia e “notizia”. Mancano dati che invece sono necessari a rendere nota l’entità di fenomeni di cui oggi sappiamo troppo poco. Esiste in ambito lavorativo un ventaglio indescrivibile di prevaricazioni, soprusi e molestie che non vengono denunciate perché non si ha ben chiaro il confine entro cui ciò avviene". I coordinamenti femminili di Cgil, Cisl e Uil e Udi si pongono l'obiettivo "di realizzare un gruppo di lavoro che su questi temi rifletta ed agisca ed, entro il 25 novembre del 2018 possa offrire una più dettagliata tipologia e relativa lettura di questi fenomeni, nonché le prassi opportune per combatterli e risolverli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Libere D": iniziativa contro la violenza sulle donne

ForlìToday è in caricamento