rotate-mobile
Politica

Elezioni, si presentano i candidati della lista di Zattini: "Patrocinio alle famiglie arcobaleno? Lo rifarei. Il sindaco è di tutti"

"Chi cerca di darci un’etichetta politica resterà deluso. Ci rivolgiamo a tutti i forlivesi, non solo a una parte. Perché è così che ha governato in questi anni il sindaco Zattini, come dimostra il fatto che tanti che nel 2019 non lo votarono oggi sono con noi"

Sono 32 i candidati che compongono "La Civica - Forlì Cambia", la lista di centrodestra che fa riferimento direttamente al sindaco uscente Gian Luca Zattini, ricandidato alla prossima tornata elettorale. “Siamo la lista del sindaco Gian Luca Zattini", afferma  Paola Casara, presidente dell'associazione che negli ultimi anni ha animato la compagine politica e capolista della 'Civica'. La lista si è presentata sabato mattina nell'anfiteatro del parco di via Dragoni, con brevi presentazioni di quasi tutti i candidati. Per Casara quello della 'Civica' è "un progetto trasversale, pragmatico, di centro, voluto da donne e uomini liberi che sono abituati a mettersi in gioco ogni giorno nelle proprie attività”. 

VIDEO - La presentazione dei candidati della 'Civica'

"Con noi oggi anche chi non ci ha scelto nel 2019"

E prosegue Casara: “Il nostro è un progetto che non nasce per fini elettorali, perché siamo l’unica esperienza civica che negli ultimi 5 anni ha continuato ad animare il dibattito - continua Casara -. Chi cerca di darci un’etichetta politica resterà deluso. Ci rivolgiamo a tutti i forlivesi, non solo a una parte. Perché è così che ha governato in questi anni il sindaco Zattini, come dimostra il fatto che tanti che nel 2019 non lo votarono oggi sono con noi. Abbiamo una lista che rappresenta tutte le professioni, le categorie economiche, sociali e culturali con esperienze tra loro diverse. Chiediamo il voto ai forlivesi che pensano che Forlì abbia bisogno di essere amministrata senza bandiere ideologiche. Ci rivolgiamo a chi crede che la collaborazione tra esperienze e culture diverse sia un valore, che la politica non sia un ambito esclusivo dei politici ma possa garantire protagonismo anche a chi ha esperienze diverse”.

Speciale elezioni: tutte le informazioni per votare

Zattini: "Patrocinio alle famiglie arcobaleno? Lo rifarei".

Nel suo discorso ai candidati Gian Luca Zattini ha parlato di loro come di "persone che si messe a disposizione ad un progetto senza chiedere niente", perché "la politica è una cosa bella, pura, indispensabile per la democrazia". E davanti ai candidati della sua lista civica affonda sugli avversari su alcuni temi: "Per l'alluvione, nell'emergenza, ho assunto il ruolo di 'comandante in capo', dovendo dare un sì e 90 no. Avrei voluto accogliere tutte le richieste, ma non era possibile e ho la coscienza a posto: abbiamo fatto quello che andava fatto e come andava fatto". E critica: "Per questo ho ricevuto attacchi da persone che hanno creduto di vincere le elezioni su una tragedia: è stato ignobile".

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Quindi ritorna al patrocinio della festa delle Famiglie Arcobaleno al parco urbano: "L'amministrazione ha rischiato di crollare, ma lo rifarei altre cento volte perché il sindaco deve essere il sindaco di tutti".  E altro colpo un po' a sorpresa lo affonda sull'università, in particolare sulla delibera di approvazione dell'insediamento di Medicina: "Un progetto avviato dall'amico Davide Drei (il precedente sindaco di centrosinistra, ndr), perché non ho problemi a riconoscere amicizia con lui, che anzi è stato forse trattato troppo male dalla sua parte politica". Ma, prosegue Zattini, "era un progetto non sostenibile che abbiamo dovuto cambiare", e al momento della delibera in Consiglio, "ringrazio i consiglieri di maggioranza di non aver deflesso anche quando qualcuno dall'altra parte ha ventitato una responsabilità davanti alla Corte dei Conti". 

Per Zattini, infine, "ci sono da amministrare oltre 100 milioni di euro del Pnrr in due anni, un tempo strettissimo. Ce la faremo, ma serve continuità". Ed infine: "La città ha una grande qualità della vita che dobbiamo preservare", con le principali minacce che, per Zattini, arrivano dalla denatalità e dal cambio di struttura sociale che ne può comportare. 

zattini presentazione la civica

La lista completa dei candidati

Ecco chi sono i candidati de La Civica Forlì Cambia: Paola Casara (53 anni, insegnante); Loris Ceredi (67 anni, geometra); Raffaele Acri (61 anni, pensionato con un passato da 1° luogotenente riserva); Andrea Amadori (57 anni, medico); Alessandra Ascari Raccagni (62 anni, commercialista); Riccardo Bevilacqua (71 anni, biologo ora in pensione); Kevin Bravi (37 anni, imprenditore nel settore immobiliare); Annalisa Calandrini (44 anni, naturopata); Salvatore Chiodelli (48 anni, dipendente amministrativo Ausl- formazione); Lucia Crispino (28 anni, artigiana); Roberto Fabbri (56 anni, imprenditore nel settore della ristorazione); Elia Fiori (32 anni, artigiano); Leonardo Gallozzi (21 anni, studente universitario);  Daniela Gimelli (65 anni, dipendente Farmacie comunali); Alessandra Gobbi (46 anni, informatrice farmaceutica); Andrea Gramellini (54 anni, consulente finanziario); Marinela Kola (39 anni, assistente studio dentistico); Daniele La Bruna (69 anni, artigiano); Alessandro Landi (24 anni, studente universitario); Matteo Leucci (45 anni, gestore di impianti sportivi); Matilde Montanari (18 anni, studentessa e cantante); Francesco Pace (59 anni, impiegato nel settore formazione professionale); Maria Patuto (51 anni, operatore socio-sanitario); Enrico Pieri (53 anni, ingegnere chimico); Roberto Roccari (72 anni, avvocato), Caterina Rondelli (70 anni psicoterapeuta); Sara Samorì (44 anni, imprenditrice sportiva); Erio Sbaragli (66 anni, pensionato già brigadiere carabiniere forestale); Ivano Spazzoli (67 anni, consulente di comunicazione); Maurizio Tassani (65 anni, tenore); Cesare Tassinari (20 anni, studente universitario e arbitro di basket) e Albertina Zuccherelli (66 anni, artigiana). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, si presentano i candidati della lista di Zattini: "Patrocinio alle famiglie arcobaleno? Lo rifarei. Il sindaco è di tutti"

ForlìToday è in caricamento