menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta all'alcol e alle droghe, Costantini: "Coinvolgere sempre più giovani influencer"

I sondaggi hanno ribadito fumo, alcool e droghe, cosiddette leggere e non, siano protagonisti tra i ragazzi di età anche molto tenera

Coinvolgere sempre più giovani influencer, autorità ed istituzioni scolastiche nella battaglia di prevenzione contro alcool e sostanze stupefacenti. A lanciare la proposta è il consigliere comunale della Lega, Andrea Costantini, secondo il quale " ognuno nel proprio piccolo è in grado di influenzare in maniera sostanziale le opinioni e gli atteggiamenti di terzi in ragione della sua reputazione e posizione rispetto a determinate tematiche". Per questo motivo, "è necessario che sempre più ragazzi si mettano in gioco per essere influenti e rafforzare il messaggio che ci si può ed anzi, che ci si deve, divertire anche senza sballarsi affinché  si affermi sempre più il divertimento sano, controllato e responsabile".

Costantini cita come esempio "degno di lode" l'iniziativa educativa "Big Fun No Trip", lanciata dalla quattordicenne Matilde Montanari per promuovere ai suoi coetanei iniziative ed eventi di educazione alla salute e di promozione del sano divertimento. Il progetto ha fatto il suo esordio alla scuola "Caterina Sforza" con la presenza dell’assessore Paola Casara, che, evidenzia Costantini, "con grande interesse per l’argomento ha lavorato e continuerà a lavorare con grande impegno su questa grande battaglia che vedrà il costante impegno della amministrazione comunale, nell’arco del mandato non verranno a mancare di certo importanti e significativi progetti ed incontri per fornire continuità ad percors".

"’I sondaggi hanno ribadito fumo, alcool e droghe, cosiddette leggere e non, siano protagonisti tra i ragazzi di età anche molto tenera - conclude il giovani leghista -. E' necessario impiegare tutte le risorse necessarie per invertire il trend".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento