rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Politica

M5S: "Inceneritori, la Lega ha tradito. Anche a Forlì era una contrarietà di facciata?"

“La Lega, a Forlì come a Rimini, si è sempre detta contraria a un aumento della capacità di incenerimento degli impianti presenti in Romagna. Oggi però scopriamo che questa convinzione è andata letteralmente in fumo"

“La Lega, a Forlì come a Rimini, si è sempre detta contraria a un aumento della capacità di incenerimento degli impianti presenti in Romagna. Oggi però scopriamo che questa convinzione è andata letteralmente in fumo così come i rifiuti che evidentemente vogliono continuare a bruciare dentro gli inceneritori. Per noi questi impianti, erano, restano e saranno la risposta sbagliata per la creazione di un sistema virtuoso di gestione dei rifiuti, oltre che un pericolo per la salute dei cittadini”. È questo il commento di Andrea Bertani e Raffaella Sensoli, consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle riguardo alle recenti polemiche dopo le dichiarazioni del ministro Matteo Salvini sulla necessità degli inceneritori per risolvere il problema dei rifiuti in Campania.

“Se nella battaglia contro gli inceneritori la Lega ha intenzione di tradire i cittadini il Movimento 5 Stelle non farà di certo la stessa cosa, anzi – aggiungono Bertani e Sensoli – A livello centrale, così come in Emilia-Romagna, continueremo la nostra battaglia contro questi impianti che consideriamo inquinanti e cancerogeni, e non di certo utili per il territorio nel quale sono collocati come oggi sostengono Salvini e la Lega. Evidentemente tutte le parole spese per opporsi ai sistematici aumenti della capacità di incenerimento degli impianti di Forlì e di Rimini per la Lega erano solo di facciata e utili per raggranellare qualche voto".

"Tra l’altro la Lega sembra anche ignorare come il contratto di governo preveda una corretta e virtuosa applicazione dell’economia circolare, in linea con la gerarchia europea nella gestione dei rifiuti, che comporta una forte riduzione del rifiuto prodotto, una crescente percentuale di prodotto riciclato e contestualmente una drastica riduzione della quota di rifiuti smaltiti in discarica ed incenerimento, fino ad arrivare al graduale superamento di questi impianti, adottando metodi tecnologicamente avanzati ed alternativi. Noi non abbiamo nessuna intenzione di cambiare idea, non arretreremo di un millimetro, sia ben chiaro” concludono Bertani e Sensoli. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S: "Inceneritori, la Lega ha tradito. Anche a Forlì era una contrarietà di facciata?"

ForlìToday è in caricamento