Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Magistratura onoraria, "Riforma Orlando": insediato il tavolo tecnico in Ministero

E’ il risultato raggiunto durante un incontro, presieduto dal sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone, avvenuto venerdì mattina alla ‘Sala Livatino’ del Ministero, a Roma

Sarà insediato un Tavolo tecnico al Ministero della Giustizia per mettere a punto proposte di modifica migliorative rispetto a quanto previsto dalla ‘riforma Orlando’ riguardante la Magistratura onoraria.
E’ il risultato raggiunto durante un incontro, presieduto dal sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone, avvenuto venerdì mattina alla ‘Sala Livatino’ del Ministero, a Roma, a cui hanno preso parte esponenti delle Associazioni rappresentative della Magistratura onoraria, oltre al Capogabinetto del Ministero, Fulvio Baldi.

Fin dal suo varo, la riforma Orlando, contenuta nel Decreto legislativo 116/2017, è stata contestata dalla categoria interessata, Giudici di Pace, Giudici onorari di Tribunale e Viceprocuratori onorari, in modo unitario. Già il 10 agosto scorso, il sottosegretario Morrone, sottolineando la “propria comprensione rispetto alle istanze della Magistratura onoraria”, aveva dato disposizioni come gesto di apertura, d’intesa con il ministro Alfonso Bonafede, perché fossero restituiti agli interessati i tesserini personali di riconoscimento, ritirati sulla base di una circolare ministeriale, e perché si evitasse la revoca di quelli ancora in dotazione, fino alla decisione del Tar del Lazio sul ricorso presentato dalla Federazione Magistrati Onorari di Tribunale.

Nell’incontro sono state esaminate le istanze fatte pervenire dalle associazioni di categoria al sottosegretario Morrone, che vertono in particolare su temi come le indennità, le incompatibilità, il numero delle udienze settimanali, l’età pensionabile e la materia previdenziale (malattie e maternità). In primo piano, tuttavia, c’è l’esigenza di uno slittamento dell’attuazione della riforma, almeno fino a quando non ci saranno risposte sui nodi più critici.

Morrone ha chiesto che entro il prossimo 6 settembre siano comunicati i nomi dei partecipanti al Tavolo tecnico, a cui siederanno, tra l’altro, rappresentanti dei Giudici di Pace, dei Giudici onorari di Tribunale, dei Giudici dei Viceprocuratori onorari, del Consiglio nazionale forense, della Cassa nazionale forense, dei Giudici ausiliari e dell’Associazione nazionale Magistrati, in modo da poterne attivare al più presto l’operatività. “L’auspicio è che venga superato al più presto il vulnus creato dalla contestata ‘riforma Orlando’ – ha commentato il sottosegretario Morrone, a margine dei lavori della mattinata – e che si possa procedere con celerità sulla strada della collaborazione per rielaborarne il testo in modo positivo e condiviso”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magistratura onoraria, "Riforma Orlando": insediato il tavolo tecnico in Ministero

ForlìToday è in caricamento