Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Maltrattamenti e stalking, Di Maio e Annibali: "Approvata norma per dare più tutele alle vittime"

"In questo modo si darà una ulteriore garanzia alle donne vittime di violenza, che spesso vengono a trovarsi in situazioni di pericolo, impedendo che le minacce e i maltrattamenti vengano reiterati"

"Presto uno strumento in più per le vittime di maltrattamenti e persecuzioni, grazie al nostro lavoro in parlamento sulla riforma della Giustizia. L'abbiamo promossa come gruppo di Italia Viva e abbiamo trovato il favore del Governo, in particolare della ministra Marta Cartabia". Lo comunicano il deputato Marco Di Maio, vice presidente vicario del gruppo Italia Viva alla Camera, e Lucia Annibali, capogruppo in Commissione Giustizia, impegnati domenica pomeriggio alla Camera nei lavori sulla riforma della giustizia penale.

"Grazie a questa norma viene introdotta nel codice penale una norma a tutela delle vittime di maltrattamenti e di atti persecutori colmando un vulnus del codice rosso - spiegano i deputati -: diventa obbligatorio l'arresto in flagranza per i reati di violazione dei provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare o di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa".

"In questo modo - concludono - si darà una ulteriore garanzia alle donne vittime di violenza, che spesso vengono a trovarsi in situazioni di pericolo, impedendo che le minacce e i maltrattamenti vengano reiterati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti e stalking, Di Maio e Annibali: "Approvata norma per dare più tutele alle vittime"

ForlìToday è in caricamento