menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marcegaglia, Di Maio (Pd): "Ora ripristinare la coesione"

"Ora, dopo il referendum alla Marcegaglia, bisogna lavorare su due fronti: il primo è non lasciare nulla di intentato per ripristinare una coesione e un'unità che sono da sempre una caratteristica del tessuto economico e sociale"

Il segretario territoriale del Partito Democratico forlivese, Marco Di Maio, mercoledì mattina ha partecipato all'Assemblea della Fiom organizzata in Salone comunale a Forlì sulla vicenda Marcegaglia, per ascoltare le ragioni del sindacato legato alla Cgil e dei delegati presenti e intervenuti. A margine dell'incontro ha rilasciato la seguente dichiarazione:

 

“Nella nostra provincia ci sono 30mila persone iscritte alle liste di disoccupazione dobbiamo fare i conti con una 'stretta' preoccupante sugli ordinativi e i fatturati delle aziende, gravati da una fortissima difficoltà nell'accesso al credito anche per le famiglie. In questo contesto, è prioritario salvaguardare il nostro sistema produttivo, potenziarlo e creare le condizioni per generare nuovi posti di lavoro. Ora, dopo il referendum alla Marcegaglia, bisogna lavorare su due fronti: il primo è non lasciare nulla di intentato per ripristinare una coesione e un'unità che sono da sempre una caratteristica del tessuto economico, sociale e istituzionale del territorio forlivese”.

 

E ancora: “Il secondo è prestare la massima attenzione sul rispetto degli impegni assunti dall'azienda in termini di occupazione e investimenti (sia quelli per il mantenimento dello stabilimento ai livelli attuali che quelli per la sua espansione). Nel monitorare il rispetto di questi patti, il nostro impegno, anche nel sollecitare le istituzioni, sarà totale. La priorità in questo momento è rispondere al bisogno endemico di occupazione, di posti di lavoro, di crescita sostenibile. La vicenda Marcegaglia, per quanto controversa, importante e significativa, non può da sola esaurire e catalizzare l'impegno e l'attenzione di un'intera comunità. Ci sono un'infinità di aziende in difficoltà, di posti di lavoro precari, di piccoli artigiani e commercianti in forte crisi, famiglie in apprensione: ecco perchè è necessario lavorare per ripristinare la coesione di tutti i soggetti, forze sociali, produttive, politiche e istituzionali, per lavorare attorno a queste priorità. Che è ciò che i cittadini, i lavoratori e gli imprenditori, si aspettano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento